mercoledì , 19 Febbraio 2020
Ultime Notizie
Home » Senza categoria » “Vi dichiaro uniti”, una storia di diritti civili nel libro di Riccardo Cristiano

“Vi dichiaro uniti”, una storia di diritti civili nel libro di Riccardo Cristiano

Giorno 8 febbraio 2020 presso il Chiostro Caffè Letterario piazzetta San Domenico, alle ore 17:30 sarà presentato il libro di Riccardo Cristiano “Vi dichiaro uniti – Diario LGBTQI* una storia di ricerca, Amore e diritti civili”, edito da Officine Editoriali da Cleto.

Il libro narra le vicende dell’autore e del suo percorso verso la piena consapevolezza oltre che raccontare gli incontri importanti avvenuti nell’arco di 40 anni di vita. Scritto da Riccardo Cristiano, Presidente di Liberi.tv e attivista insieme al suo attuale marito Marco Marchese nelle battaglie civili, è il primo in Italia a parlare della prima unione civile registrata in Calabria fra due uomini, ma anche l’unico libro in Italia che racconti il festoso giorno del matrimonio da parte degli sposi!

La prefazione è di Marco Cappato, Tesoriere dell’associazione Luca Coscioni e già Presidente di Radicali Italiani, simbolo di chi ha a cuore il diritto di scelta della persona in quanto tale, lui che si è battuto e si batte da anni per la laicità dello stato e lo stato di diritto. Modererà la presentazione Rita Giura, amica dell’autore, mentre saranno presenti il Vice Sindaco di Cleto, Giuseppe Filice e l’editore Marco Marchese.

A proposito del libro, Riccardo Cristiano dichiara: «Il mio diario appartiene a tutti quelli che non si sono arresi e non vogliono arrendersi alle etichette nelle quali spesso ognuno di noi è tenuto a ritrovarsi. È una storia, la mia storia, ma anche quella di persone straordinarie incontrate lungo il percorso che, fortunatamente, non ho ancora concluso. Si parla di diritti civili, amore, sessualità, disabilità, transessualità, famiglia, ma più semplicemente di come ognuno meriti di essere felice rimanendo sé stesso. Il libro ho voluto dedicarlo alle persone che contano di più nella mia vita, coloro i quali mi sono stati vicini nel bene e nel male, perché, cosa saremmo senza l’Amore e l’Amicizia?»

Prima di congedarci, abbiamo voluto fargli un’altra domanda apparentemente scomoda, ovvero: la Calabria è una terra omofoba?

«La mia personale esperienza mi porta a credere che ogni cosa che non si conosce fa paura e se spaventa non viene capita. C’è chi si pone in maniera aperta e non bada alle differenze, che poi nemmeno ci sono se ci pensiamo bene. Ho la fortuna di vivere a Cleto, un luogo meraviglioso dove i cittadini ci hanno accolto sin da subito, abbiamo intrecciato rapporti sinceri, d’amicizia e stima e mai abbiamo sentito lo stigma sociale della discriminazione. So che ci sono luoghi e persone che vanno educate, passatemi il termine, alla scoperta dell’altro, perché è solo comprendendoci a vicenda, rispettandoci che possiamo crescere insieme. Il mio libro nasce proprio da questo concetto: tutti hanno una storia da raccontare, anche l’omofobo che discrimina una persona per il suo orientamento sessuale, gli chiederei di leggerne qualche pagina e poi di chiedersi cosa c’è di male nell’amare qualcuno, punto. L’omofobia come il razzismo si curano con la cultura e la conoscenza dell’altro, non c’è altro rimedio».

Appuntamento quindi a Lamezia Terme al Chiostro Letterario, Piazzetta San Domenico sabato 8 febbraio ore 17:30, “Vi dichiaro uniti” un libro che sta scalando le classifiche degli autori emergenti, un libro che merita di essere letto fino all’ultima pagina.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Lascia un commento