Ultime Notizie
Home » COMUNI » Una borraccia per ogni studente, a Sersale la scuola diventa plastic free

Una borraccia per ogni studente, a Sersale la scuola diventa plastic free

SersaleOgni studente avrà la sua borraccia. La salvaguardia ambientale passa da gesti concreti e non da effimere parole. Come l’importante iniziativa di educazione al rispetto dell’ambiente realizzata dall’amministrazione comunale di Sersale e dalla Riserva delle Valli Cupe, in collaborazione con la Cooperativa Raga: una borraccia per ogni studente per dire insieme no alla plastica.

La manifestazione è stata promossa, nella giornata di mercoledì 13 novembre 2019, alla presenza del sindaco della città di Sersale, Salvatore Torchia.

Non si è perso in preamboli il primo cittadino sersalese che ha rilevato quanto segue. “Questa mattina, insieme al presidente del Consiglio comunale, Carmine Capellupo, all’assessore all’Ambiente, Maria Teresa Rizzo, al delegato alla Riserva delle Valli Cupe, Rosario Colosimo, ed a Rosita Opipari della Cooperativa Raga, accompagnati dal dirigente scolastico Maria Brutto, abbiamo regalato a tutti bambini ed alle bambine delle scuole dell’infanzia “B. Spadafora” e “Suor Natalia Farcito”, a tutti gli alunni della scuola primaria “C. Borelli” ed a tutti gli studenti della scuola media “G. Bianco”, una

borraccia personalizzata in alluminio

con lo stemma della Riserva Naturale delle Valli Cupe con tanto di brochure informativa ideata dalla cooperativa.

Una bella sorpresa per tutti, grandi e piccini, un gesto semplice, pensato non solo per ridurre il notevole consumo inquinante delle bottigliette di plastica (a scuola come a casa) ma anche per promuovere fra i più giovani uno stile di vita plastic-free e favorire un’educazione al rispetto dell’ambiente e del pianeta, fondamentale nell’ottica della lotta ai cambiamenti climatici.
Bastano piccoli cambiamenti per liberare il Pianeta dalla plastica, applicando come sta già avvenendo in tante scuole italiane, la regola delle 4 R: ​Riduci, Riutilizza, Ricicla e Recupera. Siamo convinti che azioni come queste possano avere non solo ripercussioni positive nell’immediato, con una ovvia riduzione della plastica in uso, ma anche nel lungo periodo.

Sono buone pratiche che i ragazzi mettono in atto nel quotidiano e che resteranno nelle loro abitudini anche da adulti, una scelta che rappresenta dunque un percorso educativo rivolto ai bambini ed ragazzi i quali comprenderanno di fatto l’importanza del non utilizzo di materiali nocivi per l’ecosistema. Riteniamo, infatti, che sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente e alle buone pratiche quotidiane con azioni concrete come queste, sia una strada fondamentale da seguire all’interno del loro percorso di crescita.

Ovviamente si tratta di un primo step con l’obiettivo di portare avanti azioni sempre più plastic free nella mensa scolastica e non solo. Si sta infatti lavorando a un protocollo che coinvolgerà operatori commerciali, operatori turistici, organizzatori di eventi e tutti i protagonisti del territorio per adottare politiche in linea con il rispetto dell’ambiente bandendo la plastica in ogni situazione.

Quello che diamo ai bambini, i bambini lo danno alla società: Sersale investe in cultura per promuovere il cambiamento.

di: Enzo Bubbo

Enzo Bubbo
Enzo Bubbo è nato e vive a Petronà. Insegna lettere presso l'Istituto comprensivo "Corrado Alvaro" di Petronà. Ha scritto per Il Domani, Calabria Ora, Catanzaro Informa e ora anche per ilReventino.it. Coltiva la passione per la scrittura sin dal 1999.

Verifica altro

Sersale, Natale con la Pro Loco e spazio ai mercatini

Sersale –  Spazio ai mercatini di Natale, iniziativa della Pro Loco. Artigianato locale e oggettistica, ...

Lascia un commento