Ultime Notizie
Home » COMUNI » Tiriolo, don Antonio Pascale nuovo parroco di “Maria Madre della Chiesa” della frazione Pratora  

Tiriolo, don Antonio Pascale nuovo parroco di “Maria Madre della Chiesa” della frazione Pratora  

di Teobaldo Guzzo – 

La parrocchia “Maria Madre della Chiesa” nella frazione Pratora di Tiriolo ha un nuovo parroco. Si tratta di don Antonio Pascale, un giovanissimo presbitero del clero diocesano di Lamezia Terme, impegnato, in qualità di co-direttore dell’Ufficio diocesano per la Famiglia e la Vita.

Nella foto: da sx. don Giovanni Marotta, don Antonio Pascale, il sindaco Stefano Domenico Greco e don Gregori Nsabimana.

La cerimonia di affidamento ha avuto luogo, sabato 12 ottobre 2019, con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vicario generale mons. Adamo Castagnaro e la partecipazione, oltre che di don Antonio Pascale, anche di don Giovanni Marotta, parroco della “Beata Vergine  della Neve e di Maria SS della Grazie” di Tiriolo-Centro,  e di don Nsabimana Gregori,  amministratore parrocchiale  di “San Martino Vescovo” in Settingiano.

Ai saluti di benvenuto formulati da mons. Adamo Castagnaro e da don Giovanni Marotta, si sono uniti quelli di Domenico Stefano Greco sindaco di Tiriolo.

La chiesa della frazione Pratora fu ristrutturata adeguando un preesistente edificio scolastico nel biennio 1992/93. Elevata a parrocchia l’8 dicembre 1993, con il titolo di “Maria Madre della Chiesa” viene affidata alla cura pastorale del sacerdote don Domenico Tomaino, parroco della “Beata Vergine della Neve e Maria SS. delle Grazie” di Tiriolo-Centro.

Nel 2003 ha un proprio parroco nella persona del presbitero don Rosario Bevacqua e, a seguire, assicurano il servizio pastorale don Mimmo Baldo, padre Vincenzo Arcieri, don Antonio Muraca e dal 2017, nella qualità di amministratore parrocchiale,  don Giovanni Marotta.

Prima della sua istituzione, Pratora,  frazione di Tiriolo era pastoralmente curata  dalla parrocchia “Beata Vergine della Neve e delle Grazie” di Tiriolo, con la celebrazione della Messa feriale e festiva e con il catechismo settimanale. Il territorio di Pratora e  prevalentemente agricolo comprende all’incirca settecento persone, sparse nelle contigue contrade di Sarrottino, Rocca, Grascio e San Giovanni.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Nasce a Cicala l’Associazione Terra Mater

L’Associazione “TERRA MATER” nasce a Cicala, piccolo borgo della Presila catanzarese, dalla volontà di quattro ...

Lascia un commento