Home » COMUNI » Sul “caso” Povia: meglio non fargli tanta pubblicità!

Sul “caso” Povia: meglio non fargli tanta pubblicità!

Io combatto la tua idea, che è diversa della mia, ma sarò pronto a battermi fino alla morte perché tu, questa tua idea, possa sempre professarla liberamente.

Questa è una frase attribuita a Voltaire, ma ripresa più volte – amata e vissuta profondamente – dal nostro Presidentissimo Sandro Pertini, personalmente l’ultimo che mi ha veramente e pienamente rappresentato.

In questo periodo, si sta sollevando un polverone sulla venuta a Decollatura, il prossimo lunedì 11 dicembre, del cantautore Povia, che avrebbe assunto delle posizioni vicine alla destra estrema e, a detta di molti, perfino razziste.

Non conosco abbastanza la musica e neppure le idee di Povia per poter esprimere un mio giudizio ponderato su di lui.

Ma giudizi, più o meno sommari, sono stati espressi da tanti, nell’area del PD e della sinistra, al punto tale da arrivare a invitare chi ha organizzato l’incontro-concerto a Decollatura ad annullarlo.

E tanti, sul versante opposto della destra, sono stati pure quelli che si sono inalberati a difesa del cantautore, che sarebbe stato sottoposto a tali e ingiustificati attacchi.

Per la verità, da alcune sue dichiarazioni apparse sulla stampa e da stralci dei suoi testi, riportati in alcuni comunicati, ma che però andrebbero meglio analizzati nel loro contesto originario, si evince nel Povia una certa propensione all’intolleranza e anche una certa volgarità.

Ma, proprio per questo, non sarebbe stato meglio evitare di fargli così tanta pubblicità? Probabilmente, tutte queste polemiche non fanno altro che contribuire ad aumentare la sua notorietà, e questo era proprio ciò che voleva ottenere con le sue provocazioni.

Giulio Andreotti, quando il vignettista Forattini ne faceva caricature a tutto spiano o quando veniva imitato e quasi sempre denigrato in TV, soleva dire: “bene o male, l’importante è che si continui a parlare di me!” Era un uomo di potere, Andreotti, e aveva capito bene che spesso gli attacchi diretti finiscono per ottenere il risultato opposto.

Ma, se non bastasse, questa argomentazione, ripensiamo sempre alla frase di Voltaire, fatta propria da Pertini: “Io combatto la tua idea…” Perciò, facciamo fare tranquillamente il concerto a Povia.

Chi vorrà, andrà liberamente a sentirlo, gli altri resteranno a casa o a far altro. Magari a provare a fargli da contraltare, semplicemente dicendo qualcosa di diverso e, a loro modo di vedere, più giusto e corretto!

di Raffaele Cardamone

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro.
Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale.
Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro.
Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI).
Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet).
Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing “ilmiolibro.it”.

Verifica altro

Striscia la Notizia, si rioccupa degli alloggi popolari di Decollatura e Lamezia Terme

Decollatura – Striscia la Notizia ritorna ad occuparsi degli alloggi popolari dell’Aterp di Decollatura e ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *