domenica , 22 Settembre 2019
Ultime Notizie
Home » COMUNI » “Soppressata bianca” di salumi Marvella, orgoglio del territorio del Reventino-Tiriolo-Mancuso

“Soppressata bianca” di salumi Marvella, orgoglio del territorio del Reventino-Tiriolo-Mancuso

Una giovane impresa di produzione artigianale di salumi vince il primo premio come prodotto di eccellenza. E’ una realtà del nostro territorio che merita di essere riconosciuta ed incoraggiata, in ogni caso è sempre bello raccontare buone notizie e tra l’altro rientra in pieno nello “spirito propositivo” dell’informazione che preferiamo pubblicare sul sito ilReventino.it.

Questa che stiamo brevemente per raccontarvi è la storia di una giornata conclusa con un grande successo. Due giovanissimi imprenditori, Tommaso e Krizia, figli di Alfredo De Sio e Rosina, componenti il salumificio artigianale Marvella che ha la propria sede produttiva nel comune di Tiriolo – nel territorio del Reventino-Tiriolo-Mancuso come ambito di competenza della sciolta Comunità Montana che invece come pertinenza di riferimento del sito intendiamo raggruppare e includendo anche l’area del Savuto – partono alla volta di Acri nella provincia cosentina, patria della “soppressata bianca”, prodotto sconosciuto nel catanzarese.

Ad Acri si svolge la prima edizione del “Concorso Regionale dei Salumi di Calabria” per la valorizzazione delle produzioni della salumeria d’eccellenza, intitolato al compianto “Francesco Monaco” che si è impegnato in terra calabra alla valorizzazione del suino nero di Calabria. Un incontro che si candida già come un importante appuntamento annuale nell’ambito del comparto agroalimentare regionale. Il concorso, fortemente voluto dall’Agenzia Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura, a cui è stata coinvolta l’ONAS – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi –  ha visto la partecipazione di un folto numero di maestri assaggiatori provenienti da tutta Italia.

Fra i produttori del territorio Reventino-Tiriolo-Mancuso, le mani e la testa della famiglia tiriolese, che da soli due anni hanno deciso di passare dalla macelleria alla realizzazione di un piccolo laboratorio artigianale per la produzione di salumi tipici calabresi sperimentandosi anche nella realizzazione del salume bianco.  

La giornata, che si è svolta il 22 aprile 2018, inizia all’insegna della formazione, alla base di chi vuole portare avanti un’azienda. Gli imprenditori lungimiranti si formano, apprendono, guardano al mercato ed imparano da chi ne sa di più. Ad Acri decine di imprese produttive provenienti da tutta la Calabria, con esperienza che dura da generazioni, si sono incontrate per confrontarsi.

L’intenzione prioritaria dei componenti della famiglia De Sio, attività sconosciuta ai più tra le varie aziende partecipanti, era quella di cogliere l’opportunità, animati dalla voglia e dall’umiltà di imparare, per fare esperienza. Tra l’altro, come dato di fatto c’è da rilevare che gli imprenditori che decidono di lavorare in Calabria hanno una marcia in più, perché sanno che incontreranno tanti ostacoli e mettono in conto che dovranno trovare la forza, il coraggio e l’audacia di rialzarsi. Ebbene, i De Sio lo hanno fatto in varie occasioni. La caparbietà a volte viene premiata ed infatti alla fine arriva la sorpresa, lo stupore, la gioia. Vincitori del primo premio. Nella patria della “soppressata bianca” ha vinto un prodotto preparato dalla loro azienda.

Felici, ritornano a casa con il premio e l’incoraggiamento che la strada che stanno percorrendo è quella giusta, questo sarà per loro solo un punto di partenza. Uno sprono per tutti coloro che vogliono trasformare i sogni in progetti.

La domanda, come direbbe qualcuno, sorge spontanea: come hanno fatto? Krizia risponde così: la formula è alchemica, circondarsi delle persone e dei professionisti giusti; secondo avere un obiettivo ben chiaro; terzo lavorare ogni giorno con la consapevolezza che si è sempre più vicini alla realizzazione.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

“Attraversamenti Lenti in Paesaggi Prossimi”. Ferrovie Calabro-Lucane: ipotesi di tutela, valorizzazione e riciclo

“Attraversamenti Lenti in Paesaggi Prossimi”, porta come titolo l’incontro riguardante il trasporto ferroviario in riferimento ...

Lascia un commento