Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Sciabaca, riecheggiano le idee della “mappa del mediterraneo” disegnata da Franco Farinelli

Sciabaca, riecheggiano le idee della “mappa del mediterraneo” disegnata da Franco Farinelli

Soveria Mannelli – “Per una mappa del mediterraneo” è stato il tema della lezione che Franco Farinelli, uno dei maggiori geografi italiani, ha tenuto nell’ambito del Sciabaca 2017  – Festival viaggi e culture del mediterraneo – svolto a Soveria Mannelli evento organizzata da Rubbettino Editore, per tre giorni il 22, 23 e 24 settembre 2017. Anche se è passato del tempo ancora riecheggiano le riflessioni, gli spunti, gli interrogativi tra quanti hanno partecipato. 

Nell’aula convegni del Centro di Aggregazione Giovanile per parlar di geografia il prof. Franco Farinelli, docente a Bologna e ancor prima in numerose istituzioni universitarie all’estero, tra cui a Berkeley in California, ha catalizzato l’attenzione degli uditori per quasi due ore.  

PER UNA MAPPA DEL MEDITERANNEO
Una mappa “ideale” fatta di percorsi sul terreno della Politica, della Costruzione degli Stati Moderni, passando per quanto seppero fare in epoche diverse Venezia e Firenze. Passando per gli altri “Mediterannei” presenti sul globo terracqueo! Sì, terracqueo: non è forse fatto di ACQUA e di TERRA il nostro Mondo?
Ma si è parlato anche di geografia e dei progressi innegabili nella conoscenza di questa sfera che gravita nell’atmosfera e che convenzionalmente chiamiamo TERRA, partendo da Eratotostene di Cirene che già fu in grado di stabilire la lunghezza della circonferenza della Terra e ricordando il primo Geografo riconosciuto, Strabone di Amasea e lo storico Polibio.
Ecco questo avrei voluto chiedere al prof. Farinelli: perchè TERRA e non un’altra parola? E poi ancora avrei chiesto: quando e perché è stata “adottata”, si può dire così, questa denominazione e non un altra?

Insomma un piacere stare ad ascoltarlo. E alla fine, dopo un’ora e mezzo, con Lui visibilmente stanco, Noi “discenti” l’avremmo ascoltato ancora per ore, talmente coinvolgente ed affascinante la sua narrazione.
Ma il pregio principale, a mio avviso, è che non ci ha dato cose da imparare, ma ci ha dato TANTI SPUNTI per continuare a PENSARE, con pensiero libero e insopprimibile,attraverso un riferimento per nulla velato al filosofo Giordano Bruno, arso da un Papa in Campo de Fiori.

Grazie a lei prof. Farinelli e alla Rubbettino Editore per quest’altra perla nell’ambito di SCIABACA 2017 che si è tenuto a Soveria Mannelli.

Print Friendly, PDF & Email

di: Gabriele Emilio Chiodo

Verifica altro

Un convegno per l’ospedale del Reventino

Ci voleva un convegno per far parlare dell’ospedale del Reventino e per tentare di far ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *