Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Sanità: ringrazia per essere stata curata in pronto soccorso e la normalità qui è vista come un’eccezione

Sanità: ringrazia per essere stata curata in pronto soccorso e la normalità qui è vista come un’eccezione

C’è anche chi si sente in dovere di ringraziare per essere stata normalmente e doverosamente curata in pronto soccorso, come la signora Wilma Trasatti di Milano, in vacanza a Cicala. Purtroppo è questa la percezione che si ha nelle altre regioni d’Italia della sanità calabrese. È ciò che traspare, pur nell’euforia di una storia finita bene e che potremmo definire di “buona sanità”, dalla nota che ci è pervenuta dal Comitato Pro Ospedale del Reventino e che pubblichiamo integralmente.

<< Questa volta non si è salvato per il rotto della cuffia nessuno, nessuna manovra in sinergia tra medici anestesisti e infermieri, nessun bimbo miracolato dalla prontezza e dall’efficacia di interventi più volte narrati.

Ma succede che, in estate, quando tutto è ovunque ai minimi termini come se ci fosse una guerra, dal personale, alla strumentazione e per altre concause, c’è qualcuno che seppur curato in modo del tutto “normale” e vivendo in Lombardia – la prima regione per qualità della sanità in Italia – vuole ringraziare quanti si sono presi cura di lei.

Lei è Wilma Trasatti, 64 anni di Milano, in questo momento in vacanza a Cicala, piccolo borgo dell’hinterland pre-silano, dove una caduta accidentale verso la mezzanotte gli procura vaste e profonde ferite oltre che escoriazioni multiple. Il primo step è dalla guardia medica di Cicala che (sfatando luoghi comuni) non si tira indietro nel praticarle le prime suture delle ferite alla testa.

Poi ulteriori approfondimenti impongono il trasferimento al Pronto Soccorso di Soveria.

Qui la signora Trasatti viene sottoposta a ulteriori medicazioni oltre che ad approfondimenti con radiografie, Tac, e consulenze in pronto soccorso, soprattutto per avere un quadro d’insieme, clinico, che non lasci dubbi inevasi.

Alla fine, dopo una mattinata trascorsa nella struttura, la signora abbandona l’ospedale tutta incerottata. Fuori ad attenderla suo marito con un barboncino avorio. Ci raggiungono e ci dicono che hanno vissuto questa esperienza in un clima di puntualità, umanità, di calore che mai avrebbero immaginato.

Vogliono ringraziare tutti gli operatori che hanno incontrato durante tutta la trafila, dalla guardia medica di Cicala agli operatori del PS e della radiologia dell’ospedale. Noi invece ci chiediamo, cosa si potrebbe ingenerare, ed erogare all’utenza con quel qualcosa in più che da anni chiediamo e che la politica ha ridotto ai minimi termini. >>

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Da Platania a Carlopoli, la “Motopasseggiata quad e moto” sulle strade del Reventino

E’ arrivata alla III edizione della “Motopasseggiata quad e moto” percorrendo vari tratti di piste ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *