martedì , 18 Febbraio 2020
Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Per l’IC Rodari, due secondi posti nella graduatoria nazionale di un Progetto per l’educazione ambientale

Per l’IC Rodari, due secondi posti nella graduatoria nazionale di un Progetto per l’educazione ambientale

L’Ufficio del Raggruppamento Carabinieri per la Biodiversità ha promosso un Progetto nazionale di educazione e interpretazione della natura: “Micro e macro nella Biocomplessità”, rivolto agli alunni della scuola primaria e agli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, per l’anno scolastico 2017-2018, al fine di avvicinarli al concetto di Biocomplessità e al ruolo che svolge anche nel proprio ambiente di vita.

Infatti, la natura, con i suoi delicati equilibri e le sue catene alimentari, ci insegna quanto tutti gli esseri viventi, anche i più piccoli, siano fondamentali per un ottimale mantenimento dell’ecosistema. Un argomento che deve convincerci sempre di più a contrastare in tutti i modi quei comportamenti irrispettosi verso la natura e la Biocomplessità che ancora l’Uomo non capisce di dover evitare, per il bene del pianeta e per la sua stessa sopravvivenza.

Il progetto ha avuto come obiettivo principale quello di legare i giovani al proprio territorio, farlo loro conoscere e rispettare, ma anche promuovere e far crescere un “esercito pacifico” di giovani volontari, che si facciano sentinelle del territorio e difensori della Biocomplessità.

All’iniziativa, ha aderito, cosa che ormai avviene da alcuni anni, l’IC Rodari di Soveria Mannelli e Carlopoli, come sempre in collaborazione con il Reparto Carabinieri Biodiversità Catanzaro, comandato dal Colonnello Nicola Cucci.

I risultati sono stati ragguardevoli, prima di tutto per l’entusiastica partecipazione degli alunni/studenti, coordinati dai loro insegnanti e dagli educatori del Reparto, e poi per il riconoscimento ottenuto con due secondi posti nella graduatoria nazionale: uno dalla scuola primaria di Soveria Mannelli e l’altro dalla scuola secondaria di primo grado di Carlopoli, entrambe appunto appartenenti all’Istituto Comprensivo Rodari.

di Raffaele Cardamone

di: Raffaele Cardamone

Avatar
Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando in prevalenza nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato, per Radio Soveria Uno, programmi musicali di nicchia (“Radio on” e “Rock in motion”) e trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni in ambito formativo delle tecnologie informatiche, audiovisive e multimediali, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (Ente di formazione professionale delle ACLI). Ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa, prima per motivi di studio e poi di lavoro. La sua attività lavorativa si svolge nei settori della formazione professionale e della comunicazione (editoria, multimedialità e internet). È tra i fondatori e redattori della testata on-line ilReventino.it. Collabora con Gazzetta del Sud e l’editore Rubbettino. Alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing ilmiolibro.it. Ha curato l'editing o collaborato ai testi di volumi pubblicati da Calabria Letteraria Editrice e Cineteca della Calabria. È autore dei testi del libro "Calabria. Un racconto a colori tra bellezza e identità" edito da Touring Club Italiano nel 2020.

Verifica altro

Sersale, in scena l’esempio della madre eroica Carmela Borelli per i 400 anni di storia del paese

Omaggio sentito a una donna che ha dato la vita due volte: quando l’ha generata, ...

Lascia un commento