mercoledì , 11 Dicembre 2019
Ultime Notizie
Home » COMUNI » Motta Santa Lucia, per “Cantine Aperte a San Martino” visita dei rotariani

Motta Santa Lucia, per “Cantine Aperte a San Martino” visita dei rotariani

In occasione dell’appuntamento autunnale “Cantine Aperte a San Martino” i club Rotary di Lamezia Terme, Rogliano Valle del Savuto, Amantea approdano per una visita conoscitiva alla cantina dell’azienda vitivinicola del Savuto-Reventino  “Le Moire” di cui titolare il dott. Paolo Chirillo.

Un inter club interessante e piacevole sotto diversi aspetti, che ha accomunato i numerosi soci nel giorno di San Martino nel detto “ogni mosto è vino” alzando i calici per brindare all’amicizia, quella rotariana, cioè “fare services”.

Una giornata alla riscoperta delle strade del vino del Savuto, prodotto nella bassa valle del fiume Savuto e riconosciuto Doc dall’Unione Europea legato ad antiche tradizioni della vendemmia, di un territorio vocato da sempre alla coltivazione di vigneti. Circa due ore d’intrattenimento per condividere con i tantissimi appassionati la gioia di assaggiare la produzione dei vini della prestigiosa cantina. E’ con questo spirito che i presidenti dei tre club: Domenico Galati, Pietro Rizzuto e Giacomo Pellegrino hanno salutato i partecipanti e sottolineato la positività e l’importanza di questi incontri, sia sotto l’aspetto sociale che culturale, il cui scopo è anche quello di far conoscere le potenzialità economiche e paesaggistiche del territorio Savuto-Reventino.

Ad accompagnare nella visita e intrattenere gli ospiti è stato Mario Reda, agronomo ed esperto di vini, che ha tracciato brevemente la storia dell’azienda e il coraggio imprenditoriale di Chirillo. Con professionalità e semplicità Reda, ha saputo catturare l’interesse dei rotariani accompagnandoli in questo viaggio entusiasmante e spiegando loro i vari passaggi dalla vendemmia al vino.

Nell’esposizione di Reda non sono mancati aneddoti, la passione per la terra, consigli sulla scelta dei vini e al bere. Infine la degustazione del prelibato nettare, bianco e nero Annibale Calabria IGT; Shemale Savuto Doc; Zaleuco e Mute, un vino rosso quest’ultimo vinificato da uve autoctone come Arvino, Magliocco e Greco Nero. Un’esperienza quella vissuta nella cantina “Le Moire” suggestiva e potremmo dire teatrale, colori e profumi hanno coinvolto tutti i sensi, dall’olfatto al gusto.

Infine dalla visita è emerso che il vino italiano è trainante per l’economia, e quello calabrese riscuote molto successo, tanto è vero che la produzione e l’esportazione negli ultimi anni è aumentata. Il parere dell’esperto è quello di non bisogna adagiarsi sugli allori, bensì guardare avanti e le aziende devono saper costruire sempre meglio una visione strategica, gestionale, organizzativa in sinergia con altri settori del Made in Italy. Fine della giornata col brindisi al socio e amico Rodolfo per il suo compleanno.

di: Pasquale Taverna

Pasquale Taverna
Giornalista pubblicista, vive a Bianchi (CS), ha lavorato come docente nelle scuole superiori, con passione si occupa e promuove la cultura locale e con sensibilità segue i temi ambientali del territorio.

Verifica altro

Al teatro “Il Piccolo” di Soveria Mannelli, l’attore Mario Sorbello

Venerdì 13 dicembre alle ore 20,30 sarà ospite del Piccolo l’attore siciliano Mario Sorbello che presenterà “Cronache umorali ...

Lascia un commento