venerdì , 13 Dicembre 2019
Ultime Notizie
Home » COMUNI » A Marcellinara la seconda edizione della disfida olearia: “I PRODUTTORI PREMIANO SE STESSI”

A Marcellinara la seconda edizione della disfida olearia: “I PRODUTTORI PREMIANO SE STESSI”

Si è svolta a Marcellinara la seconda edizione della disfida olearia denominata “I PRODUTTORI PREMIANO SE STESSI”. In pratica si è trattato di un concorso oleario regionale, che ha visto confrontarsi varie aziende del settore, riservato ai soli produttori olivicoli calabresi entrati nella Guida agli Extravergini di Slow Food 2017, organizzato dal coordinamento regionale che ha curato la pubblicazione, dalla condotta Slow Food di Soverato Versante Jonico e il patrocinio di Assofrantoi.

Il premio si è tenuto come evento collaterale all’interno de “I Tesori della terra – Profumi e sapori di casa nostra” organizzato dalla Pro Loco di Marcellinara, insieme alle Pro Loco dei comuni limitrofi e con il patrocinio della civica amministrazione.

L’iniziativa, che si è svolta il 18 giugno 2017, rappresenta una novità assoluta nel mondo dell’olio perché per la prima volta sono i produttori stessi a giudicare e premiare l’olio migliore.

Gli obiettivi sono molteplici, innanzitutto creare una sana e costruttiva competizione tra aziende entrate e non in Guida, in modo da incoraggiare queste ultime a migliorare lo standard qualitativo e meritarsi la recensione nella pubblicazione; poi quello di potersi confrontare tra produttori in modo da avere una panoramica generale dei profili sensoriali dei vari oli, monitorando la qualità della “concorrenza” fungendo da sprono per fare sempre meglio.

Marcellinara, partecipanti della disfida olearia con Pino Giordano e Luigi Tropeano, fiduciario Slow Food Condotta Soverato Versante Jonico.

Ma l’obiettivo primario è far incontrare i consumatori con i migliori produttori oleari calabresi per un mutuo vantaggio: per i produttori vendere il prodotto ai calabresi, per i consumatori conoscere e acquistare la migliore produzione regionale. Per l’occasione infatti, sono stati allestiti in piazza, in uno spazio riservato, gli stand per l’esposizione, la degustazione e la vendita.

Erano presenti 10 aziende olearie impegnate nella selezione di 18 campioni, di seguito elencate:

1 Olearia Geraci S.r.l.  di Corigliano Calabro
2 Società Agricola F.lli Labonia S.a.s.  di Cropalati
Az. Agr. Tallarico Elvira “Trappeto vecchio”  di S. Demetrio Corone
Olearia San Giorgio S.n.c.  di S. Giorgio Morgeto
Az. Agri. Parisi Donato  di Rossano
Az. Agr. Diana di Saracena
Frantoio Roperti di Conflenti
Oleificio Torchia di Tiriolo
19 Az. Agr. De Lorenzo di Lamezia Terme
10 Frantoio Figoli di Corigliano Calabro

Da sinistra, la terza classificata azienda olearia San Giorgio; la prima azienda Torchia e la seconda azienda Parisi Donato.

Al termine della disfida sono risultati ai primi posti:

1° Oleificio F. Torchia di T. Torchia & F.lli di Tiriolo (CZ) con l’Olio Extravergine di oliva biologico Torchia

2° Azienda agricola Parisi Donato di Rossano (CS) con l’Olio Extravergine di oliva biologico Blend Medio

3° Olearia S. Giorgio di S. Giorgio Morgeto (RC) con l’Olio Extravergine di oliva L’Ottobratico.

Nella foto i rappresentanti delle tre aziende vincitrici. 

Per quanto riguarda il resoconto dell’iniziativa, abbiamo provveduto a pubblicare quanto contenuto in una nota, pervenuta in redazione, redatta da Pino Giordano Coordinatore regionale della Guida agli Extravergini di Slow Food.

 

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Una borraccia per ogni studente, a Sersale la scuola diventa plastic free

Sersale – Ogni studente avrà la sua borraccia. La salvaguardia ambientale passa da gesti concreti ...

Lascia un commento