giovedì , 20 Febbraio 2020
Ultime Notizie
Home » COMUNI » Carlopoli » Lungo “Il Cammino di Gioacchino da Fiore”, spirituale sosta notturna all’Abbazia di Corazzo

Lungo “Il Cammino di Gioacchino da Fiore”, spirituale sosta notturna all’Abbazia di Corazzo

cammino-della-spiritualita-2016-abbazia-corazzo-monte-reventinoCarlopoli – La tappa del percorso “Il Cammino di Gioacchino da Fiore” è stata organizzata, in occasione del “Giubileo della Misericordia”, con il patrocinio del Parco Nazionale della Sila, dal progetto “Gedeone” e da “I Cammini del Sud” in collaborazione con “Gunesh, associazione culturale”, l’associazione “Conflenti Trekking” e il gruppo “Rivientu”.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopolicammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-14Non si è trattato solo di un’escursione ma anche di un momento di riflessione e di raccoglimento spirituale.

La tappa autunnale de “Il Cammino di Gioacchino da Fiore”  ha coinvolto il gruppo di partecipanti e si è svolta in due giorni (1 e 2 ottobre) con un percorso definito suddiviso nelle due giornate programmate.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-10Sono partiti dalla stazione ferroviaria di Soveria Mannelli, hanno percorso i binari abbandonati di un tratto della Ferrovia della Calabria, passando attraverso mille bellezze paesaggistiche, per arrivare in una suggestiva Abbazia di Corazzo di Carlopoli.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-15Immersi nell’oscurità della notte appaiono più imponenti i resti della struttura che si presenta illuminata appena da un falò, da candeline e sovrastata da un meraviglioso cielo stellato.

Per come riporta una nota, a firma di Roberta Gigliotti, diffusa per conto del progetto Gedeone che anima i luoghi del monastero, dopo una cena a base di prodotti tipici e di idromele, un fermentato ottenuto con una soluzione di acqua e miele, gli escursionisti si sono radunati all’ingresso della badia, attorno ad un fuoco che ha reso ancora più suggestiva l’atmosfera del luogo e illuminato di un chiarore particolare i maestosi ruderi e le antiche mura dell’Abbazia di Corazzo.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-4L’intero gruppo di partecipanti, sotto un cielo stellato ed una serata dal clima mite, sulla scia della “riscoperta della spiritualità del cammino” sono stati rapiti dall’incanto delle spiegazioni del professor Francesco Polopoli, reduce dal Congresso Internazionale di Studi di Italianistica presso l’Università EOTVOS Lorand (ELTE) di Budapest, nonché membro del “Centro Internazionale di Studi Gioachimiti” di San Giovanni in Fiore.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-6cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-12Polopoli ha affrontato la questione finita nello spazio corazzese da parte di Gioacchino da Fiore nella sua sete d’infinito.

Attraverso il richiamo etimologico, ha proposto corrispondenze linguistiche tra Corazzo e le lingue classiche, evidenziando il luogo dello spirito nel verbo dell’antico.

Proprio a Corazzo, a quanto risulta dalle indagini attuali, Gioacchino da Fiore ha compiuto due dei suoi miracoli.

cammino-di-gioacchino-da-soveria-mannelli-a-abbazia-di-corazzo-carlopoli-11A riguardo, Polopoli ha specificato l’attenzione statistica del taumaturgo sui problemi mentali, congratulandosi con il progetto Gedeone “per aver coniugato, anche alla luce di ciò, la valorizzazione del patrimonio artistico e l’igiene mentale”.

Dopo il pernottamento in una struttura convenzionata, nella seconda giornata gli escursionisti hanno ripreso il cammino con la tappa successiva come previsto nel programma, alla volta del Monte Reventino verso Conflenti per concludere il percorso con la visita e la messa nel Santuario della S.S. Madonna della Quercia di Visora.

 

 

di: Santino Pascuzzi

Santino Pascuzzi
Santino Pascuzzi, nasce a Cosenza, ed è residente a Soveria Mannelli. Diplomato al Liceo Scientifico “Luigi Costanzo” di Decollatura, consegue nell’anno accademico 1993/94 la laurea in Scienze Economiche e Sociali, indirizzo Organizzazione Aziendale ed Amministrazione Pubblica, presso l’Università degli Studi della Calabria. Corrispondente del quotidiano Gazzetta del Sud, dal 1995, iscritto all’albo dei Giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Formativa l’esperienza radiofonica, come conduttore e programmatore del palinsesto, svolta con l’emittente Radio Soveria Uno, partecipando anche al progetto di utilità collettiva art. 23, avente per oggetto la diffusione di informazioni sull’attività dell’ente locale, attraverso la redazione delle edizioni dei notiziari radiofonici, svolto per il periodo tra gli anni 1988/1989. Ha partecipato come collaboratore ai lavori di ricerca “Istituzioni locali e Istituzioni centrali dall’Unità alla Regionalizzazione” finanziata dal C.N.R. presso il Dipartimento Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica - Università della Calabria - per il periodo 1992/1994. Ha svolto incarichi come docente nei corsi di specializzazione dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Soveria Mannelli per le materie di Marketing ed Economia Aziendale. Svolgendo, nel contempo, attività di comunicazione istituzionale ed organizzazione di eventi e convegni, ha curato la pubblicazione di articoli per riviste e periodici regionali: Calabria - mensile del Consiglio Regionale della Calabria; reportage - periodico del lametino; Internet Extra - periodico specializzato e strumento per la diffusione della cultura di Internet; Obiettivo Calabria – rivista del Sistema Camerale Calabrese; Mediaterraneo e Dintorni – pubblicazione edita dall’aeroporto di Lamezia Terme. E’ fondatore, insieme a Raffaele Cardamone e Salvatore La Rocca, occupandosi della redazione, del sito www.ilReventino.it

Verifica altro

Rivive la storica ‘Farsa’ di Carnevale a Motta Santa Lucia

Motta Santa Lucia – La ‘Farsa Mottese’ è ben raccontata e descritta nel libro di ...

Lascia un commento