Home » CULTURA&SPETTACOLI » Lo sviluppo sostenibile del sistema portuale, tavola rotonda all’Unical

Lo sviluppo sostenibile del sistema portuale, tavola rotonda all’Unical

Rendere i porti più “verdi” durante la sosta delle navi. Di questo, e molto altro ancora, si parlerà nella tavola rotonda di “E-Impact, e-Freight implementation action” dal tema “Smart port management & efficiency – Una piattaforma per la movimentazione delle merci e della conoscenza per la gestione sostenibile delle risorse e dell’ambiente”.

La tavola rotonda si terrà all’Università della Calabria giovedì 12 luglio 2018 alle ore 9 al Cubo 44 C – Piano pedonale nell’aula seminari del Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica e gestionale. L’evento è organizzato da Insight8 e ProGen.

Tra i relatori anche l’ingegnere Tommaso Filice, originario di Colosimi, che con passione, tra l’altro, sta conducendo delle sperimentazioni e degli studi sulle tecnologie IoT  (Internet of things  cioè  Internet delle cose o degli oggetti) nell’area del Reventino-Savuto, a  cui è assegnato nell’ambito del convegno il tema: Monitoraggio per mezzo di LPWAN delle IoT e soluzioni di tracciamento delle merci. Ricordiamo che su queste pagine abbiamo già dedicato un articolo sulla sperimentazione coordinata dall’ingegnere Tommaso Filice, una scoperta che non ti aspetti di fare ed invece si apprende come sia da tempo già avviata nell’area del Reventino-Savuto, sull’uso della tecnologia Internet delle cose. (Da leggere cliccando QUI)

Nell’appuntamento del 12 luglio 2018 si discuterà dello sviluppo sostenibile del sistema portuale logistico attraverso il miglioramento delle performance ambientali del porto al fine di arrivare ad un sistema ad “emissioni zero”; tendere verso un sistema-porto che sia autosufficiente dal punto di vista energetico e che pertanto crei anche un valore dal punto di vista economico-finanziario e dal punto di vista della sicurezza d’approvvigionamento; si intendono coniugare quindi le condizioni di produzione e di consumo energetico con lo stato attuale e lo sviluppo futuro delle attività economiche e dei traffici portuali in modo da ottenere un bilancio ambientale e di valore positivo. Il progetto, inoltre, vuole creare sinergia tra i porti di Gioia Tauro, Lisbona, Leixoes, Trieste, Stettino, Świnoujście e Danzica e gli altri porti sia del mediterraneo che europei ed extra europei.

Print Friendly, PDF & Email

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: redazione@ilreventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Al Comune presentazione dei volumi “Il fascismo a Decollatura, in Calabria” di Mario Gallo

E’ programmato presso il Comune di Decollatura un incontro per la presentazione dei due volumi che ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *