Ultime Notizie
Home » FATTI » Lions Club e Rotary Club a difesa del Centro Regionale di Neurogenetica

Lions Club e Rotary Club a difesa del Centro Regionale di Neurogenetica

Anche le associazioni a scopo umanitario e nello specifico quelle che operano nel territorio dell’intero circondario del Lametino, del Reventino e del Savuto ossia il Lions Club Valle del Savuto, il Lions Club Soveria Mannelli e il Rotary Club del Reventino si uniscono, per sostenere la battaglia intrapresa dalla dottoressa e ricercatrice Amalia Bruni, direttrice del Centro Regionale di Neurogenetica che rischia di chiudere i battenti, per mancanza di fondi.

Anche se sembra si registri una svolta, in tal senso sono state diffuse dichiarazioni per la risoluzione della situazione da parte del ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha annunciato sia stato definito un percorso che consentirà al Centro di proseguire e consolidare le attività di ricerca nel delicato settore della neurogenetica.

In ogni caso, come si rileva in una nota congiunta pervenuta in redazione che di seguito pubblichiamo, i rappresentanti del Lions Club Valle del Savuto, del Lions Club Soveria Mannelli e del Rotary Club del Reventino tengono ad esternare il sostegno e la difesa della struttura di ricerca scientifica.

<<Il Centro è una eccellenza calabrese e non solo, fortemente sostenuta e apprezzata in passata anche dal premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Gli studi e la ricerca sulla malattia di Alzheimer condotti da Amalia Bruni da oltre venti anni oltre ad aver dato uno dei risultati più importanti della storia della neurologia ovvero l’isolamento, della causa genetica più diffusa, della presenilina 1, stanno mettendo a punto nuovi farmaci insieme ad uno staff di ricercatori.

In foto, a desta, Amalia Bruni.

La chiusura di questo centro di eccellenza – rilevano i rappresentanti delle associazioni – sarebbe un evento con ripercussioni devastanti per il territorio. Rappresenterebbe un gravissimo danno per i pazienti, per le famiglie e per quelle fasci debole che non si trovano nelle condizioni di poter migrare oltre regione. Andrebbe a mortificare, sminuire e stroncare anni e anni di studio e di lavoro della ricercatrice Amalia Bruni che ha ottenuto per il lavoro svolto riconoscimento dalla comunità scientifica nazionale e internazionale, così come per tutto il suo staff, per i medici e personale sanitario che si occupa con competenza e dedizione dei pazienti; andrebbe ancora una volta a penalizzare tutto territorio calabrese e l’intera collettività da sempre considerata di serie B per ormai noti flussi migratori verso il Nord alla ricerca di una sanità più efficiente ed efficace.

Il Lions Valle del Savuto e di Soveria Mannelli e il Rotary del Reventino, sono da sempre vicini alle istituzioni nel territorio in cui operano per comprendere le loro esigenze e sostenerne le richieste, volte a iniziative tese al bene comune e alla valorizzazione delle risorse esistenti per la loro conservazione, hanno inteso con spirito solidale intervenire con un comunicato a sostegno delle ragioni della comunità scientifica con a capo la ricercatrice Amalia Bruni, del suo centro e tutti gli operatori sanitari e dell’intera comunità calabrese per la sua salvaguardia di una eccellenza affinché anche questo non venga sottratta.

E’ di poche ore fa un comunicato stampa del ministro della Salute secondo cui è intenzione del governo, “fornire un concreto contributo per salvaguardare il patrimonio di conoscenze ed il lavoro appassionato di questa comunità scientifica, i cui risultati hanno avuto una eco internazionale facendo fare significativi passi in avanti nella conoscenza e cura dell’Alzheimer”. A questo punto ci si augura , continuano i rappresentanti delle associazioni, che questa nota sia un punto di partenza affinché l’impegno della politica si attui concretamente al più presto>>.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Coronavirus in Calabria: 4 le vittime

Coronavirus: altri 10 nuovi contagi e 2 morti in Calabria

Si registrano 10 nuovi positivi al Coronavirus in Calabria. Nelle ultime ore sono morte altre 2 persone: il numero totale dei decessi in regione sale a 38.

Lascia un commento