Ultime Notizie
Home » FATTI » La strada che non c’è: incontro in provincia per il completamento dell’opera

La strada che non c’è: incontro in provincia per il completamento dell’opera

Una delegazione del Comitato “La strada che non c’è” dopo aver richiesto un incontro, si è recata presso la sede della Provincia di Catanzaro a fare il punto della situazione della costruenda strada Catanzaro-Cosenza detta anche del Medio-Savuto. Una strada attesa da tutto l’entroterra della zona interna e centrale della Calabria (tra le due province) da più di trenta anni, importantissima per l’intera regione, e che di cui il suddetto Comitato si occupa incessantemente dal 2011.

Ad accoglierli, delegati dal presidente Sergio Abramo che non era presente per un altro impegno urgente ed improvviso, l’ingengnere Floriano Siniscalco, responsabile del settore viabilità e trasporti e l’ingegnere Eugenio Costanzo responsabile della costruzione dell’opera.

Dall’incontro è stato confermato il massimo impegno dell’ ente intermedio catanzarese di completare con la massima celerità il tratto di competenza della provincia e cioè quello che va da Coraci (Pedivigliano CS) a Decollatura (CZ).

Infatti la strada è diventata di competenza Anas e la Provincia è competente solo per il suddetto  tratto in costruzione.

Nel dettaglio è stato comunicato che i lavori in corso procedono con regolare decorso e permetteranno nei primi mesi del 2020 l’apertura al traffico dalla strada statale 616 alla località Borboruso.

Nel settembre prossimo, tra due mesi circa, verranno avviate le procedure per aggiudicare i lavori per il completamento del  tratto che va da Borboruso allo svicolo di Soveria Mannelli cioè  fino a dov’è già stato aperto il tratto di strada oggi percorribile.

Per quest’ultimo lavoro è stato garantito che è già disponibile nelle casse dell’ente (grazie anche al finanziamento concesso dalla Regione guidata da Oliverio di 3,5 milioni) la totale copertura finanziaria e dall’aggiudicazione sono previsti circa dodici mesi di lavori.

Cosi, si spera, sarà completato il tratto Coraci-Decollatura.

Per il restante tratto da Decollatura alla strada statale 280 dei due mari (tratto importantissimo perchè dovrà attraversare tra l’altro il territorio di Tiriolo dove c’è solamente la ex strada statale 19 che serve un bacino di più di 50.000 abitanti ed è al collasso tra frane dissesti ecc. Piena di semafori e divieti) il comitato dovrà poi interloquire con l’Anas sperando di ottenere buoni risultati e in tempi accettabili!

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Bianchi, il maresciallo Dell’Oglio nuovo comandante della stazione dei carabinieri

Bianchi – Il maresciallo Francesco Dell’Oglio è il nuovo comandante della stazione dei carabinieri di ...

Lascia un commento