Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » In crisi respiratoria giovane di Soveria Mannelli salvo per il pronto intervento dell’ambulanza

In crisi respiratoria giovane di Soveria Mannelli salvo per il pronto intervento dell’ambulanza

Soveria Mannelli – Questa volta è andata bene, il caso di un’emergenza sanitaria ha un lieto fine e può essere raccontato come un caso di buona sanità. <<Meno male che l’ambulanza non era impegnata in qualche trasferimento, come di questi tempi spesso accade. Altrimenti sarebbe stata indisponibile, l’unica che c’è, a correre a sirene spiegate verso le tredici e trenta (di oggi 10 luglio 2018) da un 24 enne del luogo L.M., affetto da distrofia muscolare e in preda a una delicatissima quanto impegnativa crisi respiratoria. Ma questa volta è stata la “volta buona”>>. E’ quanto riporta il Comitato Pro Ospedale del Reventino – in un post sulla pagina sociale – impegnato da tempo per la difesa e la tutela del presidio sanitario di Soveria Mannelli.  

Nel descrivere quanto accaduto al Pronto Soccorso dell’ospedale una volta arrivato il paziente, viene rilevato che <<la dottoressa Mazza, coadiuvata dall’infermiere Filice con il supporto dell’autista Trunzo, hanno fatto della tempestività virtù. Attimi febbrili di fronte ai rantoli del ventiquattrenne, dove solo un’immissione di ossigeno ad alti flussi e a una terapia farmacologica sul posto hanno evitato il peggio>>. Almeno questo – si legge nel post – è quanto hanno affermato i sanitari, suffragati dalle convinzioni di entrambi i genitori.

<<Intanto – scrivono sulla pagina sociale i referenti del Comitato Pro Ospedale del Reventino – sull’elisuperficie stazionava l’elicottero del 118 arrivato tempestivamente da Cosenza, dove anche il dottor Domenico Bonofiglio si è unito all’equipe del posto per affrontare il problema. Il ragazzo è stato poi trasferito in altra struttura. Anche in questo caso solo una serie di coincidenze opportune e in parte fortunose, lasciando a se l’operato dei sanitari, hanno permesso che il caso venisse affrontato nel giusto modo. Tutto a dimostrazione che forse una sola ambulanza, che si deve dividere tra emergenze e trasporti secondari, potrebbe non bastare>>.

Print Friendly, PDF & Email

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: redazione@ilreventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Da Platania a Carlopoli, la “Motopasseggiata quad e moto” sulle strade del Reventino

E’ arrivata alla III edizione della “Motopasseggiata quad e moto” percorrendo vari tratti di piste ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *