mercoledì , 24 Luglio 2019
Ultime Notizie
Home » CULTURA&SPETTACOLI » Lo “spettacolare” Coro Lirico Siciliano sul palcoscenico del Teatro Politeama di Catanzaro

Lo “spettacolare” Coro Lirico Siciliano sul palcoscenico del Teatro Politeama di Catanzaro

Questa sera, a impreziosire ulteriormente la rappresentazione dell’opera lirica Otello, presso il Teatro Politeama di Catanzaro, ci sarà il Coro Lirico Siciliano.

Un coro che il noto critico d’opera italiano Enrico Stinchelli non ha esitato a definire “spettacolare”.

Fondato nel 2008 è oggi infatti considerato uno dei più importanti cori lirici e sinfonici d’Italia; sin dalla sua nascita è diretto dal basso Francesco Costa, Oscar della Lirica 2016, con la direzione artistica del soprano Giovanna Collica; maestro collaboratore è la pianista Annalisa Mangano, presidente il controtenore Alberto M. A. Munafò.

La particolare cura della vocalità e del gusto e la versatilità dei componenti l’organico, permettono di affrontare sia il ricercato ed esigente repertorio sinfonico e sacro che il robusto repertorio lirico tradizionale.

Formato da Artisti del Coro provenienti da tutta la Sicilia esegue concerti, spettacoli, opere liriche con ottimo successo di pubblico e critica e viene regolarmente scritturato nei teatri presenti sul territorio nazionale e internazionale.

Annualmente realizza il “Premio Canticorum Sacerdos” (tra i premiati Mons. Giuseppe Liberto e Mons. Marco Frisina) e il “Premio Sicanorum Cantica” (tra i premiati Maria Dragoni, Denia Mazzola Gavazzeni, Fioretta Mari, Domenico De Meo, Guia Farinelli Mascagni, Cesare Orselli, Dimitra Theodossiou, Pietro Ballo). Entrambe le manifestazioni godono dell’Apprezzamento della Presidenza della Repubblica, del Senato, della Camera dei Deputati e il Patrocinio del Presidente del Consiglio.

L’intensa attività concertistica si sposa con quella culturale: in tal senso si è intrapreso un intenso lavoro di ricerca, valorizzazione ed esportazione dell’arte siciliana a livello nazionale e internazionale nonché riscoperta dei più importanti autori siciliani con l’esecuzione di opere meno note o inedite di P. Mandanici, P. Vinci, G. Pacini, V. Moscuzza, F. P. Neglia, V. Bellini (in particolare “Zaira”, con la straordinaria partecipazione di alcuni interpreti del cast originale della prima mondiale assoluta del 1976). Di Zaira ha curato per il “Bellini Festival” la versione filologica, presentata a Catania presso il Teatro Greco Romano nel settembre del 2012.

In occasione dell’apertura della II assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei Vescovi (ottobre 2009), si è esibito presso la Basilica di S. Pietro S.C.V. in Roma dinanzi a Sua Santità Benedetto XVI in collaborazione con la Cappella Musicale Pontificia Sistina; in quella occasione è stato scelto per la sigla della manifestazione in onda su RAI2.

Collabora con le principali associazioni benefiche e tiene regolarmente concerti per gli scopi che queste si prefiggono.

Ha partecipato a diverse manifestazioni trasmesse dalla BBC, dalla RAI in mondovisione e si è esibito alla presenza di Alte Autorità Ecclesiastiche, Civili e Militari.

E’ stato insignito, tra gli altri, del Premio Internazionale Sicilia “Il Paladino” in occasione del quarantennale, del Premio Belliniano 2015, del Premio dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, Premio Ambasciatore del Belcanto 2016.

È stato diretto, tra gli altri, da Donato Renzetti, Steven Mercurio, Muhai Tang, Peter Tiboris, Lü Jia, Giuliano Carella, Marius Stravinsky, Gianluca Martinenghi, Luiz Fernando Malheiro, Giancarlo Del Monaco (regia) e si è esibito con José Carreras, Daniela Dessì, Gregory Kunde, Fabio Armiliato, Marcello Giordani, Sonia Ganassi, Giovanna Casolla, Alberto Gazale, Carlo Colombara, Denia Mazzola Gavazzeni, Piero Giuliacci, Alessandro Corbelli, John Osborn, Dimitra Theodossiou, Luciana D’Intino, Pietro Ballo, Guo Shu Zhen, Enrique Batiz.

Collabora con la “Settimana Internazionale di Musica Sacra di Monreale”, la Fondazione “Orchestra Sinfonica Siciliana”, l’ “Ente Luglio Musicale Trapanese, il “Bellini Festival”, “Taormina Arte”, “Taormina Opera Festival”, Teatro Comunale di Bologna, Teatro “Vincenzo Bellini” di Catania, Macao International Music Festival, Harbin Grand Theatre, Tian Jin Opera House, Turkish National Philarmonic, Hangzhou Philarmonic, Macao Orchestra, Oper Schenkenberg, Astra Theatre, Malta Philarmonic Orchestra, Chicago Opera, Teatro Regio di Parma, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Torino.

Nel 2012 è stato scritturato per “Norma” di V. Bellini, trasmessa in diretta RAI dal Teatro Antico di Taormina in mondovisione e presentata al Festival di Cannes e nel 2013 per Rigoletto, Cavalleria Rusticana, Pagliacci, trasmesse dalla RAI e da SKY in mondivisione.

Nel 2015 ancora in mondovisione con Carmen di Bizet. Con Cavalleria Rusticana ha tenuto a battesimo Daniela Dessì al suo debutto nel ruolo. Per il Luglio Trapanese ha eseguito l’opera “Mercedes” in Prima Esecuzione Mondiale in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna; di quest’opera è stato realizzato un dvd prodotto dallo stesso Ente.

Nel 2015 ha inciso il cd Agatha Lætissime, in cui sono stati raccolti, trascritti ed eseguiti in prima assoluta moderna i più importanti e antichi inni dedicati a S. Agata, uscito in allegato al quotidiano La Sicilia.

Nel 2017 ha inaugurato il Teatro dell’Opera di Harbin, in Cina, con un gala di Capodanno con la straordinaria partecipazione del tenore José Carreras.

Sempre nel 2017 ha eseguito Aida e La Traviata con la regia di Franco Zeffirelli ed è stato insignito del Premio Golden Opera “International Opera Awards – Oscar della Lirica” nel corso di un evento trasmesso dalla tv di stato cinese di fronte a un miliardo e mezzo di spettatori.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Il libro dell’imprenditore Carmine Capellupo, più di 60 poesie in vernacolo petronese

Petronà – Ieri imprenditore, oggi poeta. Se c’è una parola che non manca mai dal ...

Lascia un commento