Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Giordano Bruno Guerri: l’enigmatico assessore al dissolvimento dell’ovvio

Giordano Bruno Guerri: l’enigmatico assessore al dissolvimento dell’ovvio

settimana enigmistica 01Un nostro affezionato lettore, che non finiremo mai di ringraziare per l’attenzione che ci dedica quotidianamente, ci ha segnalato e inviato una curiosità apparsa nella rubrica “Leggendo qua e là…” de La Settimana Enigmistica.

Si parla di quel periodo, nel lontano 1997, in cui lo storico e scrittore, nonché conduttore televisivo, Giordano Bruno Guerri fu chiamato a Soveria Mannelli dall’allora sindaco Mario Caligiuri e insignito del ruolo di assessore per un mese, nientemeno che “al dissolvimento dell’ovvio”.

In quell’occasione, come ricorda appunto La settimana Guerri a Soveria 01Enigmistica, tra le molteplici e vulcaniche iniziative da lui messe in atto, come forse potranno ricordare i cittadini più attenti e meno giovani, ci fu in effetti anche quella di innalzare un “monumento al cassonetto”, come recita il trafiletto pubblicato dalla nota e storica testata enigmistica che riportiamo di seguito:

settimana enigmistica particolare<<  Nel 1997, per un breve periodo, il giornalista e scrittore Giordano Bruno Guerri ricoprì la carica di “assessore al Dissolvimento dell’Ovvio” presso il Comune calabrese di Soveria Mannelli: tra le sue provocatorie proposte, una prevedeva di innalzare un “Monumento al cassonetto”, con cui intendeva sensibilizzare l’opinione pubblica sull’opportunità di collocare tali antiestetici contenitori per la raccolta dei rifiuti nelle aree urbane di particolare pregio architettonico o artistico.  >>

A distanza di ormai quasi vent’anni, bisognerebbe far bollettini_guerrisapere a Giordano Bruno Guerri che, forse grazie anche a quella sua antica provocazione, i cassonetti sono totalmente scomparsi dal territorio di Soveria Mannelli, in virtù di un servizio di raccolta differenziata porta a porta che funziona molto bene e che ha condotto il nostro a essere uno dei comuni della Calabria con la maggiore percentuale di rifiuti differenziati dai propri cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Da Platania a Carlopoli, la “Motopasseggiata quad e moto” sulle strade del Reventino

E’ arrivata alla III edizione della “Motopasseggiata quad e moto” percorrendo vari tratti di piste ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *