Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Garibaldina Silana 1-1: Commento, Cronaca e Pagelle

Garibaldina Silana 1-1: Commento, Cronaca e Pagelle

Commento

Soveria Mannelli 29/04/2018 – Partita aperta, gradevole per il pubblico e fin troppo combattuta tra le due squadre in campo, che per la verità non avevano più nulla da chiedere al campionato. Per quanto riguarda la squadra di casa, infatti, il verdetto sulla salvezza ormai raggiunta matematicamente era già stato sancito nel turno precedente. E anche per gli ospiti, in pieno centro classifica, qualche punto in più o in meno non poteva fare nessuna differenza. Onore dunque alle due compagini che hanno offerto uno spettacolo agonistico di spessore, nonostante le motivazioni praticamente inesistenti. Certo la Garibaldina voleva chiudere in bellezza l’ennesimo campionato che la vede mantenere la categoria con una salvezza anticipata e meritata. E in effetti la squadra di casa è quella che è andata più vicino a fare il risultato pieno. Dopo essere passata in vantaggio nel primo tempo con un gol bellissimo di Fazio, ha avuto la possibilità di chiudere la partita con un rigore che però Natalino si è fatto parare dal portiere avversario. Un’infallibile legge del calcio dice: “gol fallito gol subito!” E così nel successivo capovolgimento di fronte, la Silana riesce a pareggiare in una delle rare azioni manovrate della ripresa, con un tiraccio da fuori area che passa tra troppe gambe e inganna il subentrato De Sio. La Garibaldina ci prova fino alla fine e va vicina al gol soprattutto con un Fazio letteralmente scatenato. C’è anche il giallo di un rigore concesso dall’arbitro alla Garibaldina a un minuto dalla fine e poi annullato, poiché il guardalinee avrebbe segnalato un fuorigioco davvero improbabile. Ma va bene così! E la festa non per questo è meno intensa, per una squadra che ancora una volta è riuscita, contro tutto e tutti, ad acquisire sul campo un risultato importante come una promozione. Il campionato è finito. Un grazie va al mister, al presidente, ai ragazzi, allo staff e al pubblico, con un arrivederci alla prossima stagione, sempre in Promozione!

Cronaca

PRIMO TEMPO:

Al 1°, direttamente su palla al centro, la Silana colpisce la traversa con Porco che appare comunque in grado di poter intervenire. È il segnale che si gioca per vincere.

Al 18°, occasionissima per la Silana su azione prolungata e conclusione secca dal limite dell’area che Porco riesce a respingere.

Al 20°, pasticci ripetuti della difesa Garibaldina, ma la Silana non ne approfitta.

Al 24°, Kamel riesce a mettere un pallone in area molto invitante per Natalino che però perde l’attimo e non riesce a concludere da posizione favorevole.

Al 26°, Fazio ruba palla sulla trequarti e parte in una progressione inarrestabile, semina due difensori avversari e conclude in rete con un diagonale chirurgico. (GOL Garibaldina: 1-0)

Al 28°, Kamel si destreggia in piena area avversaria, si libera per il tiro e lascia partire un pallonetto che supera il portiere avversario, ma il gol viene annullato perché Caruso (peccato di gioventù) tocca di testa, da posizione di fuorigioco, un pallone che sarebbe finito comunque in rete.

Al 38°, un cross teso dalla destra viene deviato di testa da un attaccante della Silana, con il pallone finisce di poco alto.

Al 44°, ancora Natalino, liberato in piena area, cincischia col pallone e poi si fa ribattere il tiro in calcio d’angolo da un difensore.

Al 45°, sul calcio d’angolo, incornata di Pascuzzi L. che indirizza nello specchio, ma non con la forza necessaria a sorprendere il portiere della Silana che para.

SECONDO TEMPO:

Al 10°, serpentina ubriacante di Fazio che si libera e scaglia un gran diagonale che fa solo la barba al palo.

Al 12°, Natalino si invola sulla destra e lascia partire un tiro da fuori che finisce non lontano dai pali difesi dal portiere silano.

Al 15°, colpo di testa ravvicinato della Silana, con il pallone diretto appena sotto la traversa. De Sio, con un riflesso felino, riesce a deviare in angolo.

Al 25°, Fazio semina ancora il panico nella difesa avversaria e conclude con un rasoterra che il portiere para.

Al 30°, Gentile prova il sombrero in area ai danni del suo diretto marcatore che commette l’ingenuità di affrontarlo col braccio larghissimo: tocca ed è rigore!

Al 31°, Natalino si incarica di battere il penalty, ma se lo fa parare dal portiere silano.

Al 33°, la dura legge del gol si applica anche a questa partita, come da manuale! In una delle sue rare sortite della ripresa, la Silana pareggia con un tiraccio rasoterra che attraversa un’area gremita e si insacca nell’angolino ingannando De Sio. (GOL Silana: 1-1)

Al 34°, la Garibaldina sbanda e la Silana cerca di approfittarne con un tiro pericoloso che questa volta De Sio para in due tempi.

Al 42°, liberato al tiro dopo un’azione insistita, Fazio lascia partire un violento diagonale a mezza altezza sul quale il portiere avversario fa il miracolo e respinge.

Al 48°, mischia furibonda in area Silana con la Garibaldina che le prova tutte per buttarla dentro. L’ultimo tentativo è di Kamel che prende il palo mentre viene trascinato a terra da un avversario (la sua maglia si allunga come uno dei Fantastici4). L’azione da gol non si è concretizzata e quindi giustamente l’arbitro fischia il rigore. Ma la sua attenzione viene richiamata da guardalinee che si inventa un fuorigioco in netto contrasto con la dinamica dell’azione. Il gioco riprende e il triplice fischio chiude un’altra annata di sofferenze ma di piena soddisfazioni.

Pagelle

1) PORCO: 6,5 – Fa una parata importante sullo 0-0 e si esibisce in qualche uscita sicura.

→ 12) DE SIO (dal 5° s.t.): 6 – Una parata decisiva anche per lui. Sul gol non accenna nemmeno al tuffo, ma il pallone sbuca da una selva di gambe e forse lui lo vede all’ultimo momento.

2) PASCUZZI M.: 7 – Combattente fino alla fine. Controlla benissimo la sua zona e nella fase finale si getta anche in avanti per dare il suo contributo alla ricerca della vittoria.

3) MARASCO: 7 – Ordinato e pulito negli interventi. Non concede nulla agli avversari.

4) REPOLE: 7 – Preciso negli anticipi e prezioso nell’impostazione. Non si lascia irretire dalle finte degli avversari: concreto!

5) PASCUZZI L.: 7 – Di testa domina dalla trequarti in giù e – quando può – anche in area avversaria. Con tutto il reparto difensivo, offre un’ottima prestazione senza distrazioni.

→ 18) VENERE (dal 13° s.t.): 6 – Prova ad affondare sulla sua fascia in coppia con uno scatenato Fazio, ma i suoi traversoni sono talvolta non precisi e altre volte non valorizzati dai compagni dell’attacco. Dalla sua zona parte il tiraccio che pareggia in conti per la Silana.

6) LEPORE: 7 – Domina il centrocampo e per due terzi della partita riesce a far sue anche le seconde palle. Un giocatore ritrovato per tutta la seconda parte della stagione.

7) FAZIO: 8,5 – Dotato di una notevole progressione, di controllo di palla in velocità e freddezza sottoporta, è ormai un calciatore maturo (a dispetto della sua giovanissima età)… Purtroppo per i nostri colori, è pronto per il salto di qualità!

8) SESAY: 6 – Motorino instancabile. Se solo riuscisse a frenare la sua irruenza, il suo lavoro a centrocampo sarebbe ancora più prezioso e non rischierebbe di lasciare la squadra in dieci ogni domenica.

→ 17) BONACCI (dal 20° s.t.): 6 – Dà il suo contributo alla squadra anche se non gli vengono concesse particolari opportunità per mettersi in mostra.

9) KAMEL: 7,5 – È un centrocampista moderno, capace di recuperare palla, difendere fin nella propria area di rigore e inserirsi per cercare a sua volta il gol. Il suo contributo nella seconda parte della stagione è stato determinante.

10) NATALINO: 5 – Stagione in calando la sua. Evidentemente rende al massimo solo quando riesce ad allenarsi bene. Oggi sbaglia anche il rigore che avrebbe chiuso la partita… e non è certo il primo!

11) CARUSO: 6 – Il più giovane in campo, dimostra personalità e voglia di fare. Si vede che ha buoni colpi, ma manca ovviamente dell’esperienza (come sul gol annullato) che partite come queste contribuiranno a fargli incamerare.

→ 13) GENTILE (dal 17° s.t.): 7 – Nel suo ruolo d’elezione, quello di centrocampista centrale, è un altro giocatore rispetto a quando viene adattato sulla fascia (non avendo il passo del laterale). Oggi infatti disputa un ottimo scampolo di partita.

Mister) VISCIGLIA: 7 – Un po’ troppo nervoso, anche oggi che doveva essere soprattutto un giorno di festa. In ogni caso, i progressi dei giovanissimi calciatori da lui plasmati negli ultimi anni e una squadra che gioca il pallone con fraseggi interessanti e non certo da coda della classifica, dimostrano quanto ha lavorato bene, come e più del risultato ottenuto: si è sempre detto che una salvezza a Soveria Mannelli vale come una promozione in altre piazze.

di Raffaele Cardamone

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Da Platania a Carlopoli, la “Motopasseggiata quad e moto” sulle strade del Reventino

E’ arrivata alla III edizione della “Motopasseggiata quad e moto” percorrendo vari tratti di piste ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *