Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Garibaldina San Fili 3-1: Commento, Cronaca e Pagelle

Garibaldina San Fili 3-1: Commento, Cronaca e Pagelle

Commento

Soveria Mannelli 10/09/2017 – La “nuova” Garibaldina di mister Visciglia e del presidente Chiodo, in realtà uguale per otto undicesimi a quella dello scorso anno, ha affrontato la prima di campionato con il piglio giusto e la concentrazione che si deve mettere in ogni partita, esprimendo a tratti un bel gioco con rapidi scambi di prima intenzione.

Dopo un predominio territoriale esercitato in modo costante nel primo tempo, chiuso con il risultato rassicurante di 2-0, gol di Natalino e Fazio, ha lasciato l’iniziativa nella ripresa al San Fili fino al gol del 2-1, che è arrivato però solo su calcio piazzato. Poi, la Garibaldina, grazie anche ai cambi effettuati da Visciglia, ha ripreso il controllo delle operazioni e ha chiuso la partita con il terzo gol (doppietta di Natalino).

Una vittoria netta e meritata, contro un avversario non irresistibile, che comunque dà morale e predispone a un campionato che ci si aspetta possa essere per lo meno tranquillo.

Cronaca

PRIMO TEMPO:

In avvio, al 5°, ottima occasione per Fazio che, ben servito, si libera in area di rigore ma temporeggia troppo e trova il contrasto di un difensore avversario.

Al 18° Natalino si conquista una punizione da posizione interessante, ma Nicoletti tira sulla barriera.

Al 21°, gran tiro da fuori area del San Fili che finisce alto sulla traversa.

Al 22°, l’arbitro comanda, come da regolamento, la sosta resa necessaria dal gran caldo.

Al 32°, Natalino si libera sulla sinistra, resiste al ritorno di un avversario e tira di poco al lato.

Al 35°, sempre Natalino, su un cross dal fondo pennellato da Nicoletti, segna di testa (GOL Garibaldina: 1-0).

Al 39°, su tiro di Natalino, Fazio raccoglie la corta respinta del portiere avversario e mette la palla in rete (GOL Garibaldina: 2-0).

Al 44°, azione corale della Garibaldina con diverse conclusioni ribattute e con l’ultimo tiro di Fregola parato a terra dal portiere.

SECONDO TEMPO:

Al 3°, un bel contropiede del San Fili mette in difficoltà la difesa locale e si conclude con un diagonale pericoloso che viene deviato in angolo da De Sio.

Al , il San Fili accorcia le distanze con un gol su punizione dal limite del suo numero 10 (GOL San Fili: 2-1).

Al 22°, l’arbitro ripropone giustamente la sosta, per consentire ai calciatori di dissetarsi.

Al 35°, palo di Repole su un calcio di punizione conquistato da Nicoletti.

Al 43°, su un lungo rilancio, Natalino brucia sullo scatto la difesa avversaria e insacca un pallonetto alle spalle del portiere in uscita (GOL Garibaldina: 3-1).

La partita finisce qui, con la Garibaldina che si limita a controllare nei minuti di recupero.

Pagelle

1) DE SIO: 6,5 – Un intervento importante all’inizio del secondo tempo. Non impeccabile sulla punizione del gol comunque tirata molto bene.

2) PASCUZZI M.: 7 – Solita caparbietà su una fascia in cui si trova un po’ meno a suo agio. Si mette in mostra con alcuni ottimi recuperi da ultimo uomo.

3) PITTELLI: 6 – Gioca da esterno, in un ruolo non suo. Se la cava contro un avversario pericoloso.

15) VENERE: 6,5 (dal 15° s.t.) – Gioca nel suo ruolo e lo fa vedere. Difende e si propone con continuità.

4) REPOLE: 7 – Dà sicurezza e tranquillità a tutta la difesa. Anticipa e imposta con la stessa facilità.

5) PASCUZZI L.: 7 – Svetta sempre di testa togliendo molti palloni lanciati centralmente. Fa bene assieme all’altro centrale.

6) LEPORE: 6,5 – Discreto primo tempo a dirigere il centrocampo. Nella ripresa va un po’ in debito d’ossigeno e perde in lucidità.

7) FAZIO: 7,5 – Sempre nel vivo dell’azione offensiva, fa andare costantemente in difficoltà la difesa avversaria e segna il gol del 2-0. Concretizza meno di quanto produce ma mette in mostra una grande qualità.

8) FREGOLA: 6,5 – Dimostra di aver bisogno di ancora un po’ di tempo per ambientarsi, ma fa intravedere un buon senso tattico e una buona tecnica individuale.

9) CITTADINO P.: 6 – Rende di più quando viene spostato a dare manforte a centrocampo. Corre e recupera parecchi palloni.

16) CITTADINO S.: 6 (dal 17° s.t.) – Non riesce ad entrare bene nel vivo del gioco, ma tocca palloni importanti e soprattutto non ne perde. Occorre maggiore convinzione nei propri mezzi.

10) NATALINO: 7,5 – È decisivo in avanti con la sua doppietta e con un peso specifico che tiene sempre in apprensione la difesa avversaria.

13) BONACCI: SV (dal 43° s.t.) – Entra negli ultimi minuti per far rifiatare i suoi compagni e per accumulare esperienza.

11) NICOLETTI: 7 – Non sempre continuo nell’arco della partita, quando si accende si fa notare per i suoi lanci millimetrici e un assist preziosissimo.

Mister) VISCIGLIA: 7,5 – Nel primo tempo, in una partita che appariva bloccata, pur con un netto predominio territoriale della sua squadra, con qualche aggiustamento tattico sposta gli equilibri. Nel secondo tempo, corre ai ripari con i cambi dopo il gol del San Fili. Nel complesso si vede sempre la sua mano nel gioco che la squadra riesce ad esprimere.

di Raffaele Cardamone

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

L’Avis a Conflenti rinnova l’iniziativa “Giornata della memoria del donatore defunto”

Conflenti – Anche quest’anno, come da tradizione, si terrà la “Giornata della memoria del donatore ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *