Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Garibaldina Roggiano 0-0: Commento, Cronaca e Pagelle

Garibaldina Roggiano 0-0: Commento, Cronaca e Pagelle

Commento

Soveria Mannelli 28/01/2018 – Una partita d’altri tempi, quasi eroica per disciplina tattica, spirito di sacrificio e applicazione dei singoli, costantemente in undici dietro la linea della palla. C’è voluto tutto questo per strappare un punto a un discreto Roggiano, in condizioni davvero difficili, con una formazione falcidiata da squalifiche e infortuni e con alcuni adattamenti di ruolo inediti e arditi, come quello di Natalino da mediano davanti alla difesa, ma che in definitiva hanno dato i loro buoni frutti. La Garibaldina fa di necessità virtù e parte guardinga, impostando una partita difensiva e attenta, con un centrocampo foltissimo e il solo Toscano di punta. Così non l’avevamo mai vista giocare sul suo terreno, neppure quando magari avrebbe fatto comodo accontentarsi del pareggio e invece ci si è scoperti troppo alla ricerca della vittoria per essere poi puntualmente puniti dagli avversari. Sono i numeri a dirlo: finora, la Garibaldina aveva pareggiato una sola partita. Nonostante l’assetto difensivo e il preponderante possesso palla del Roggiano è proprio la Garibaldina a rendersi più pericolosa, con Toscano che ha a disposizione due contropiede per far male alla difesa ospite. Poi si fa male anche Toscano, che in un primo momento rimane stoicamente in campo, e la fase offensiva dei locali scompare dai radar. La partita diventa scorbutica e sempre più frammentata. In avvio di secondo tempo, Toscano deve arrendersi ed è Fazio a ricoprire il ruolo di prima e unica punta. C’è equilibrio fino alle concitate fasi finali in cui il Roggiano le prova tutte per passare, ma grazie all’abnegazione di tutta la squadra e a un paio di parate importanti di De Sio non riesce nel suo intento. È giusto così, con la Garibaldina che ha sopperito con l’impegno e la determinazione alla maggiore qualità del Roggiano, guadagnando un buon punto che le consente di muovere la classifica e fare un passetto in avanti nella corsa salvezza.

Cronaca

PRIMO TEMPO:

Al 12°, Toscano riceve palla in una buona ripartenza, avanza e fa partire un tiro forte e preciso da appena fuori area, ma il portiere avversario para in due tempi.

Al 15°, Toscano si incunea in area su un tocco sbagliato di un avversario, ma la difesa del Roggiano rimedia opponendosi e ribattendo il tiro del centravanti.

Al 25°, azione pericolosa del Roggiano conclusa con un tiro da fuori area, alto sulla traversa.

Al 40°, sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite, un tiro in diagonale di un attaccante del Roggiano è deviato in angolo dalla difesa.

Al 41°, sul calcio d’angolo il Roggiano va ancora alla conclusione, questa volta di testa, ma il tiro è altissimo.

Al 43°, Kamel viene atterrato dopo uno scambio stretto con un compagno e conquista una buona punizione dal limite. Natalino conclude debole e centrale.

Al 46°, mischia furibonda in area garibaldina su azione d’angolo: l’arbitro fischia un fallo prima che il Roggiano metta inutilmente la palla alle spalle di De Sio.

Al 48°, contropiede della Garibaldina con Cittadino P. che imbecca Toscano in area, ma il centravanti risente del precedente infortunio e, pur riuscendo in un aggancio volante, stramazza a terra.

SECONDO TEMPO:

All’8°, grande apertura di Fazio per l’inserimento di Pascuzzi L. che tira di prima intenzione, ma il portiere ci arriva e devia in angolo.

Al 10°, Toscano si arrende e lascia il campo. Fazio va a fare la prima punta.

Al 32°, combinazione volante tra gli aventi del Roggiano con tiro finale respinto a terra da De Sio.

Al 35°, tiro dalla distanza del Roggiano: De Sio para in tutta sicurezza.

Al 45°, proprio allo scadere, da uno scambio rapido in area nasce l’occasione più limpida per il Roggiano, con un tiro insidiosissimo che De Sio smanaccia in angolo.

Al 46°, ancora un tiro da fuori area del Roggiano che, deviato da un difensore, finisce di poco al lato. È l’ultima opportunità per gli ospiti.

Pagelle

1) DE SIO: 7 – Non prende gol e non si concede nessuna sbavatura. Fa un paio di ottimi interventi e con uno in particolare salva la sua squadra.

2) BONACCI M.: 6,5 – La giovane età non gli impedisce di interpretare molto bene la sua partita, con interventi sicuri e concreti.

3) MARASCO: 6,5 – Tiene bene sulla sua fascia. In marcatura non si fa quasi mai superare dal suo diretto avversario.

4) REPOLE: 7 – Sempre attento e preciso, sbroglia in un paio d’occasioni in bell’acrobazia.

5) PASCUZZI L.: 7 – Solita partita gagliarda. Toglie un’infinità di palloni, di testa e di piede, dall’area di rigore.

6) KAMEL: 7,5 – Dinamicità, lucidità e spirito di sacrificio. Un centrocampista completo che in qualche inserimento si rende anche pericoloso.

7) FAZIO: 6,5 – Primo tempo da mezzala e secondo – meglio – da punta centrale. Spesso non riesce a tener palla o sbaglia l’ultimo passaggio, ma non è aiutato dall’assetto difensivo della squadra.

8) SESAY: 7 – Rincorre tutti e sradica palloni dai piedi degli avversari. Per la troppa foga prende la solita ammonizione.

9) TOSCANO: 6,5 – Parte bene rendendosi pericoloso in due occasioni. Poi pretende troppo da se stesso tentando di restare in campo nonostante l’infortunio.

→ 13) SIRIANNI E. (10° s.t.): 6 – Uno dei giovanissimi del vivaio, gioca sulla fascia sinistra e si oppone come può alle folate avversarie.

10) NATALINO: 7 – Fa valere la sua classe riuscendo a giocare davanti alla difesa, da centromediano metodista vecchia maniera.

11) CITTADINO P.: 6,5 – Una partita di corsa e di sostanza, ma spesso non trova soluzioni con la palla al piede.

→ 15) CARUSO (dal 45° s.t.): SV – Esordisce in casa ad appena sedici anni e non si tira indietro nei contrasti.

Mister) VISCIGLIA: 7 – Trasforma il ferro in oro l’alchimista Davide Visciglia, che è costretto dagli eventi a mettere in campo una formazione rimaneggiata e giocoforza improvvisata. Non si perde d’animo, si inventa un Natalino centrocampista centrale, davanti alla difesa, e imposta una partita di sacrificio con una sorta di “difesa attiva”. Il piano funziona fino a quando non si infortuna anche Toscano, con il Roggiano a fare uno sterile possesso palla e la Garibaldina a confezionare due buone opportunità proprio con il suo centravanti. Poi la sua squadra dimostra di saper soffrire e portare a casa un buon pareggio quando non è proprio possibile fare di più. Forse ritarda un po’ troppo la sostituzione di Toscano, chiaramente in difficoltà dopo l’infortunio, ma la panchina non gli offre troppe soluzioni.

di Raffaele Cardamone

Print Friendly, PDF & Email

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Il programma completo dei riti religiosi e dei festeggiamenti civili in onore della Madonna di Porto, a Gimigliano

Si svolgeranno, da domenica 20 a martedì 22, a Gimigliano, i solenni festeggiamenti in onore ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *