Ultime Notizie
Home » COMUNI » “Ferrovia ed Aree Interne”, arrivano due buone notizie per il compresorio Reventino – Savuto

“Ferrovia ed Aree Interne”, arrivano due buone notizie per il compresorio Reventino – Savuto

E’ arrivato lo studio di fattibilità della tratta ferroviaria Catanzaro – Cosenza o meglio è stato consegnato il documento ed è stato approvato il “preliminare” di stretegia dell’area Reventino – Savuto, individuata come “area pilota” della Calabria per la sperimatezione della strategia nazionale Aree Interne. Sono due buone notizie che segnano momenti decisivi per lo sviluppo del comprensorio.  

A darne comunicazione, con una nota pervenuta in redazione che di seguito pubblichiamo, è Pasquale Mancuso, della direzione regionale PD Calabria e già vice presidente dell’ex Comunità Montana Reventino-Tiriolo-Mancuso.

<< Nel mentre fioriscono, nel comprensorio del Reventino, incoraggianti iniziative che puntano a rafforzare vincoli istituzionali tra i Comuni fino a “ragionare” su possibili fusioni per superare debolezze e marginalità vecchie e nuove e sia pure in presenza di una grave emergenza determinata dall’interruzione della linea ferrata Soveria Mannelli – Catanzaro, non possiamo non registrare due importanti “avanzamenti” che rappresentano il portato più significativo dell’azione amministrativa del governo regionale e, direttamente per il ruolo svolto, del presidente Mario Oliverio per l’intero comprensorio del territoro centrale della Calabria:

  • la consegna dello studio di fattibilità per l’ammodernamento della tratta Catanzaro/Cosenza delle Ferrovie della Calabria;
  • l’approvazione, nei giorni scorsi, del “preliminare” di strategia di sviluppo dell’ “area pilota” del Reventino/Savuto che apre le porte, entro la fine di giugno, all’approvazione definitiva dell’ APQ con il cofinanziamento regionale, ormai prossimo, che si aggiungerà alla dotazione finanziaria già assicurata dal Governo con un impegno di quasi 4 milioni di euro.

Lo studio di fattibilità è ora al vaglio, e siamo alle ultime battute, del Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici e si unisce ai due finanziamenti decisi nei mesi scorsi: quello di 56 milioni di euro deliberati dal CIPE i primi di dicembre 2016 per l’ammodernamento delle tratte Marzi/Cosenza e Soveria Mannelli/Catanzaro ed ormai alla fase finale di registrazione della Corte dei
Conti, grazie anche all’apporto del presidente Oliverio che rappresenta le Regioni nella “cabina di regia”  del FSC, ed i finanziamenti, pari a quasi 8 milioni di euro, che nei prossimi mesi potranno essere già cantierati per la rimozione dei movimenti franosi sulla tratta intorno a Rogliano.

Sono due azioni fondamentali e decisive, ed occorre ricordare anche quelle a sostegno del presidio ospedaliero di Soveria Mannelli con l’apertura del nuovo Pronto Soccorso ed il finanziamento aggiuntivo per investimenti ex art. 20 della legge 67/88  da 1 milione di euro comunicato direttamente dal presidente Oliverio in occasione della cerimonia di inaugurazione della nuova struttura di emergenza del presidio montano del Reventino, che consentono il rafforzamento infrastrutturale e la contestuale attivazione delle azioni di sviluppo contenute nella strategia messa a punto nell’ “area pilota” del Reventino-Savuto grazie alla preziosa azione dei sindaci e degli attori sociali che hanno virtuosamente, dal basso, concorso all’elaborazione progettuale.

Necessita, tuttavia, garantire il presente e la quotidianità efficace ed efficiente dei servizi, a cominciare da quello del trasporto pubblico locale garantito da Ferrovie della Calabria che vive un momento difficile per le condizioni della galleria su Gimigliano per la quale necessitano risposte chiare sui tempi per la riattivazione della linea allo stesso modo che occorre, lo dico da tempo, che i sindaci direttamente interessati al servizio promuovano un tavolo di concertazione permanente con Ferrovie della Calabria e la stessa Regione Calabria perché, in ogni momento, venga verificata la capacità di risposta del servizio alle esigenze dei cittadini/pendolari a cominciare dalle condizioni di assoluta sicurezza che devono essere, permanentemente, garantite al massimo di livello di tutela del personale viaggiante e dei “pendolari”  e spingere per il miglioramento complessivo del servizio che deve assecondare le azioni forti di programmazione e reperimento delle risorse avviate dal governo regionale >>.

 

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Conflenti, escursione dedicata all’autunno ed occasione per raccogliere le castagne

Conflenti – I sapori autunnali e il fascino della natura durante questa stagione emozionante, saranno ...

Un commento

  1. Avatar

    Lo studio di fattibilità è finalmente pronto?
    Benissimo
    Senza giri di parole : lo si renda pubblico
    E si apra subito una discussione aperta in tutto il territorio interessato
    Diamo una svolta al “modus gestendi” dei sussurri,degli annunci e dei sabotaggi che trovano ospitalità “nei meccanismi” ben collaudati dello “scarcabarile”
    Così come fu meritoriamente organizzata la conferenza sui trasporti,allo stesso modo si dia conto dopo due anni quali risultati si sono ottenuti
    Di cifre e di ripetuti annunci “si muore”..,,

Lascia un commento