Ultime Notizie
Home » COMUNI » Dalla Fiumarella alla ferrovia Cosenza-Catanzaro, uscita la riedizione “I ragazzi della Fiumarella”

Dalla Fiumarella alla ferrovia Cosenza-Catanzaro, uscita la riedizione “I ragazzi della Fiumarella”

Decollatura – Da pochi giorni è tornato disponibile nella sua nuova ed arricchita versione un libro che, senza girarci attorno, ha fatto un pò la storia del territorio del Reventino e di Decollatura in particolare.

Stiamo parlando de “I ragazzi della Fiumarella. Un disastro ferroviario a colori” a cui, il giovane autore trentenne, Giovanni Petronio, che si è assunto l’onore di parlarne, ha aggiunto il rafforzativo “E poi”, in cui approfondisce la grave situazione che da dieci anni intercorre lungo la ferrovia Cosenza Catanzaro, di cui da anni con solerzia e capacità tecniche, mantiene accesa, senza proclami, l’attenzione mediatica!

Mai prima di allora un libro ha scosso così tanto l’opinione pubblica, divenendo il più diffuso e letto del comprensorio; mai prima di allora così tanti attestati di stima, mai prima di allora un Presidente della Repubblica (Mattarella) ha avuto modo di mandare una lettera di plauso. Dei valori che hanno reso l’opera un affresco storico da leggere assolutamente, soprattutto nelle scuole e anche al di fuori della Regione Calabria.

Ecco cosa scrive nella versione aggiornata: “Non era facile parlarne, secondo alcuni (pochi) non avrei mai dovuto osare di affrontare il tema, secondo altri (pochissimi), avrei fatto bene, in particolare per ‘rispetto’ alle mie comunità di appartenenza, a soprassedere… A quel punto, ho riflettuto e mi sono interrogato, chiedendomi: tu da che parte vuoi stare? Sicché ho capito che il rispetto ci sarebbe stato proprio parlandone, sempre in maniera mesta ed educata, e che quindi, non potevo far finta che un evento del genere non si fosse mai verificato… Rischiavamo di perderlo definitamente. No, non potevo consentirlo! Tutto ciò mi ha permesso di ascoltare quello che dal mio animo saliva e, con difficoltà, non posso negarlo, ma sempre sorretto dalla consapevolezza di avere il categorico dovere morale di raccontare le storie che non sono mai state raccontate, e, perché no, con fede, ho deciso, ho voluto, non tirarmi indietro davanti a una responsabilità sia di cittadino e sia verso la storia in senso più universale”.

E ancora, in relazione all’oggi: “questo volume è completamente rivisitato nei testi, approfondito nei contenuti, nelle linee grafiche, curate da Domenico Davoli, e nelle storie. Interi paragrafi sono stati innestati o riscritti ex novo; si arricchisce di disegni ad olio realizzati da Francesca De Masi, di interventi scritti appositamente da Roberto Galati, presidente dell’Associazione Ferrovie in Calabria, e del prof. Stefano Maggi, uno dei più importanti conoscitori degli aspetti infrastrutturali e storici delle ferrovie d’Italia. Alla fine, ho dato ampio risalto, nel capitolo quarto, alle gravi carenze che sussistono proprio su questa linea a scartamento ridotto, in cui la Fiumarella trovò compimento: la Cosenza-Catanzaro! Anche in quest’ultimo caso, no, non potevo non menzionarne il disagio e le criticità, di una rete fondamentale ed imprescindibile! Lascio al lettore ogni giudizio in itinere, di cui farò tesoro e insegnamento nel prosieguo”.

Siamo certi che molto presto avremo notizie da parte dell’autore.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Sellia, sindaco Zicchinella scrive all’Istituto geofisica per terremoto e sollecita invio esperti

Che ci sia uno sciame sismico nei paesi della Presila catanzarese, con punte anche nel ...

Lascia un commento