Home » COMUNI » Colosimi » A Colosimi, intitolata la sede Avis a Giovanni Toscano

A Colosimi, intitolata la sede Avis a Giovanni Toscano

È stata intitolata a Giovanni Toscano, la sezione dell’Avis comunale di Colosimi. Toccanti le parole del presidente Antonio Talarico, nel ricordare che l’Avis a Colosimi è nata per volontà e caparbietà di Giovanni e continuata negli anni nonostante qualche difficoltà burocratica.

<< Dieci anni di intenso lavoro – aggiunge Talarico – durante il quale Giovanni si è speso molto senza pensare ai suoi problemi. Il suo obiettivo è stato quello di annoverare sempre più donatori per sopperire alla mancanza di sangue. >>

<< 1500 in totale le donazioni e 140 donatori oggi, un bel risultato – sottolinea il presidente – che a noi per rispetto di Giovanni corre l’obbligo di raddoppiare possibilmente, ma certamente di continuare imperterriti sulla strada della donazione volontaria. >>

L’AlDO (Associazione italiana per la donazione di organi), è un altro aspetto evidenziato da Talarico e molto caro a Giovanni del quale la famiglia ha autorizzato l’espianto della cornea e ricordato che anche lui è un “trapiantato”.

A commemorare la figura del fondatore e presidente degli avisini colosimari, scomparso all’età di 65 anni lo scorso aprile, sono intervenuti: oltre ad Antonio Talarico, presidente Avis Colosimi, Manolo Talarico, sindaco, Eugenia Colosimo, medico Avis, Denise Iazzolino e Antonio Tavernise, Avis Cosenza, don Serafino Bianco, parroco di Colosimi.

Presente la moglie e i figli del defunto, amici, ex colleghi di lavoro, le associazioni di volontariato e polisportive del Comprensorio. Grande la commozione fra gli addetti ai lavori e convenuti, tutti uniti nel ricordo di un uomo amato e rispettato, impegnato da sempre nel sociale per la crescita del paese e difensore dei più deboli.

Il sindaco Talarico ha sottolineato dapprima l’uomo e il papà, poi la caparbietà, senso civico e umanitario, qualità che Giovanni insieme all’entusiasmo ha sempre posto in primo piano.

La dottoressa Colosimo, oltre all’aspetto umanitario e sociale di Giovanni ha insistito sull’importanza della donazione volontaria che non crea nessun problema al nostro corpo.

Unanime il giudizio che lascia in eredità: << Signorilità, sorriso, rapporto aperto e tanto affetto. >>

Altro aspetto di Giovanni, quello di “passare inosservato, una dote di pochi”. Era conosciuto e benvoluto da tutti, un uomo serio, saggio, giusto, schivo, poco amante delle luci della ribalta, operava in silenzio, nella gratuità e nella disponibilità. Lascia in dote una grande lezione di vita che deve farci riflettere.

A scoprire la targa, la figlia e il presidente Tavernise. A Don Serafino il compito della benedizione e il pensiero che da lassù Giovanni continua a guidarci, nel segno della fede e nello spirito della generosità.

Infine alla signora è stata consegnata una targa ricordo con incise le parole: “L’amore per la famiglia, la gioia per il volontariato, il culto dell’onestà, furono realtà luminose della sua vita”.

di Pasquale Taverna

 

Print Friendly, PDF & Email

di: Pasquale Taverna

Verifica altro

Striscia la Notizia, si rioccupa degli alloggi popolari di Decollatura e Lamezia Terme

Decollatura – Striscia la Notizia ritorna ad occuparsi degli alloggi popolari dell’Aterp di Decollatura e ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *