mercoledì , 21 Agosto 2019
Ultime Notizie
Home » COMUNI » Colosimi » Colosimi e Kolosimo, con la kappa

Colosimi e Kolosimo, con la kappa

libri PKPerché ci siamo dimenticati così presto di Peter Kolosimo? Soprattutto qui, alle pendici di un monte, il Reventino, che, oltre ai misteri che si dice possa celare, ha più di qualcosa in comune con lui.

Kolosimo, con la kappa, è il nome che aveva voluto darsi, come pseudonimo di Pier Domenico Colosimo, forse per darsi un tocco di esotismo. Quel nome, un po’ cognome vero e un po’ pseudonimo, a pensarci bene era ed è un cognome molto diffuso dalle nostre parti, così come pure il nome di uno dei comuni dell’area del Reventino: Colosimi, appunto!

Infatti, Peter Kolosimo, pur essendo nato a Modena nel lontano 1922 e morto a Milano nel 1984, aveva un legame fortissimo con Colosimi, a parte l’assonanza del proprio cognome con o senza kappa. Suo padre era infatti un generale dei carabinieri originario proprio di Colosimi, mentre sua madre era americana.

Ma chi era davvero Peter Kolosimo? Dai titoli dei suoi libri si direbbe un poeta: Ombre sulle stelle, Terra senza tempo, Il pianeta sconosciuto, Non è terrestre… E un po’ poeta doveva pur esserlo, se è riuscito a scrivere un incipit come questo: “Nessuno potrà mai dire quando l’uomo cominciò a sognare le stelle. Forse quando si massacrò le mani e i piedi sul primo Olimpo del mondo, ringhiando di furore contro le orde intoccabili che accendevano fuochi di bivacco nel cielo. Forse quando scagliò verso la Luna la prima freccia; e quella freccia, nel magico mondo mongolo, non tornò più sulla Terra.” (Ombre sulle stelle, SugarCo Edizioni).

Ma all’epoca lo si conosceva come divulgatore pseudo-scientifico, saldamente ancorato alla pericolosa terra di nessuno che si trova tra la scienza e la fantascienza. Come uno che si occupava di quella cosa, strana e stranamente in voga, chiamata “archeologia spaziale”.

Era anche un erudito, certo! Parlava moltissime lingue e aveva viaggiato in lungo e in largo per il pianeta. Era uno studioso sempre pronto al confronto: infarciva i suoi libri di miriadi di citazioni dotte e le sue bibliografie erano ricche di testi rari e pubblicati nei luoghi più reconditi del globo terracqueo.

E forse non è nepPeter Kolosimo 02pure così importante che Peter Kolosimo venga citato come riferimento culturale e magari come modello sulle cui teorie sono stati costruiti tanti personaggi di successo: Martin Mystère (l’eroe di carta del fumetto Bonelli creato da Alfredo Castelli) e Indiana Jones (il protagonista della saga cinematografica firmata da George Lucas), tanto per citarne solo due.

E’ più importante, invece, che ci possa tornare alla mente il suo volto espressivo, un po’ scavato, incorniciato tra le sopracciglia folte e il collo alto del maglione invariabilmente nero… Che ci possiamo ricordare dei sogni a occhi aperti, sognati scorrendo le righe fitte scritte da un intellettuale stranamente affascinato dall’imponderabile. Razionalizzatore, fino a un certo punto, dei misteri umani e non umani; e oltre quel punto, sognatore lui stesso…

_______________________________________________________________________

ilmiolibro raf

 

 

 

 

 

 

 

 

CLICCA QUI: http://ilmiolibro.kataweb.it/community.asp?id=244416

 

 

di: Raffaele Cardamone

Avatar
Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Gal dei Due Mari, in attesa degli esiti dei bandi. Le ultime notizie rese note sull’attività

Soveria Mannelli – In attesa di conoscere gli aggiornamenti delle attività del Gal dei Due ...

Lascia un commento