Home » COMUNI » Carlopoli » Carlopoli, l’associazione “Radici” recupera l’antica porta di accesso al borgo

Carlopoli, l’associazione “Radici” recupera l’antica porta di accesso al borgo

Carlopoli – Come avviene adesso nell’epoca dei social, la circolazione delle notizie gira come in un frullatore, ed apprendiamo che grazie all’associazione “RADICI” è stata recuperata la vecchia entrata di Carlopoli riportando alla luce “l’arcu e Tacciune”. Nella prima foto sopra, il luogo come si presenta adesso, diffusa con un post da Marcello Bilotti. Da rilevare che, già dalla diffusione della foto, sono stati inviati i complimenti dalle svariate località italiane e da altre parti del mondo non solo da carlopolesi residenti fuori dal proprio centro d’origine ma anche dai cittadini dei paesi del circondario.   

In pratica il gruppo che compone l’associazione si è reso operativo e nel corso di un duro lavoro svolto negli scorsi mesi, ha proceduto al recupero ed ha provveduto a rendere fruibile l’antica porta di ingresso al borgo di Carlopoli

Un’operazione che di sicuro arricchisce il patrimonio storico del centro di Carlopoli ma nello stesso tempo restituisce visibilità ad un luogo simbolo in cui si ritrovano le “radici” dell’intera comunità e che permette di portare alla percezione un pezzo del tempo passato e far riscoprire la ricchezza storico culturale non solo ai giovani cittadini di Carlopoli, che magari non ne conoscevano l’esistenza, ma nel contempo apre alla riflessione e costituisce un esempio da seguire per il possibile percorso di valorizzazione alla scoperta dei tesori e delle testimonianze che rimango celate nei tanti centri storici dei paesi del Reventino.

Nel dare merito all’opera svolta dall’associazione ricreativa culturale “RADICI” – come redazione de ilReventino intendiamo esternare un plauso pubblicando la notizia – per come apprendiamo, sempre attraverso la rete Internet, il presidente Pino Mazzei spiega come è nata l’idea di impegnarsi per il proprio territorio.   

<<Con un gruppo di amici abbiamo deciso di fondare l’associazione di promozione culturale “RADICI”, nel logo è raffigurato “l’arcu e Tacciune”, la scelta non è casuale ma abbiamo voluto proporre questa immagine in quanto sta ad indicare il luogo più antico del paese, la Porta dalla quale si accedeva al borgo, nato dopo l’insediamento dei primi abitanti che fondarono Carlopoli, che poi, nel corso degli anni, è andato estendendosi sempre più a monte determinando da prima lo spopolamento e successivamente l’abbandono del centro storico. Pertanto l’obiettivo è proprio voler richiamare “riportare” e/o rinnovare l’amore per le origini, le tradizioni e la cultura di tutti coloro che, vicini o lontani, tengono a cuore le loro origini carlopolesi sentendo ancora forte il legame con gli affetti, le memorie e i luoghi>>.

Print Friendly, PDF & Email

di: Santino Pascuzzi

Santino Pascuzzi, nasce a Cosenza, ed è residente a Soveria Mannelli. Diplomato al Liceo Scientifico “Luigi Costanzo” di Decollatura, consegue nell’anno accademico 1993/94 la laurea in Scienze Economiche e Sociali, indirizzo Organizzazione Aziendale ed Amministrazione Pubblica, presso l’Università degli Studi della Calabria. Corrispondente del quotidiano Gazzetta del Sud, dal 1995, iscritto all’albo dei Giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Formativa l’esperienza radiofonica, come conduttore e programmatore del palinsesto, svolta con l’emittente Radio Soveria Uno, partecipando anche al progetto di utilità collettiva art. 23, avente per oggetto la diffusione di informazioni sull’attività dell’ente locale, attraverso la redazione delle edizioni dei notiziari radiofonici, svolto per il periodo tra gli anni 1988/1989. Ha partecipato come collaboratore ai lavori di ricerca “Istituzioni locali e Istituzioni centrali dall’Unità alla Regionalizzazione” finanziata dal C.N.R. presso il Dipartimento Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica - Università della Calabria - per il periodo 1992/1994. Ha svolto incarichi come docente nei corsi di specializzazione dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Soveria Mannelli per le materie di Marketing ed Economia Aziendale. Svolgendo, nel contempo, attività di comunicazione istituzionale ed organizzazione di eventi e convegni, ha curato la pubblicazione di articoli per riviste e periodici regionali: Calabria - mensile del Consiglio Regionale della Calabria; reportage - periodico del lametino; Internet Extra - periodico specializzato e strumento per la diffusione della cultura di Internet; Obiettivo Calabria – rivista del Sistema Camerale Calabrese; Mediaterraneo e Dintorni – pubblicazione edita dall’aeroporto di Lamezia Terme. E’ fondatore, insieme a Raffaele Cardamone e Salvatore La Rocca, occupandosi della redazione, del sito www.ilReventino.it

Verifica altro

Da Platania a Carlopoli, la “Motopasseggiata quad e moto” sulle strade del Reventino

E’ arrivata alla III edizione della “Motopasseggiata quad e moto” percorrendo vari tratti di piste ...

Un commento

  1. Scaccia mirella

    Bbbbravissssimi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *