Home » COMUNI » Il Bibliopride 2017, l’iniziativa ospitata a Platania si è svolta presso la biblioteca comunale

Il Bibliopride 2017, l’iniziativa ospitata a Platania si è svolta presso la biblioteca comunale

Il Bibliopride 2017, nel contesto della “VI Giornata Nazionale delle Biblioteche”, è stato ospitato presso la biblioteca comunale di Platania.

Grande partecipazione per l’iniziativa organizzata a Platania dalla Pro Loco in collaborazione con la scuola elementare e media e con il patrocinio del comune di Platania, per sensibilizzare la cittadinanza sul valore culturale e sociale della biblioteca pubblica e sulle sue potenzialità. La giornata si è svolta lo scorso sabato 30 settembre 2017 e nell’occasione la biblioteca comunale è rimasta straordinariamente aperta, accogliendo tantissimi bambini e ragazzi, insegnanti e genitori, permettendo di godere pienamente della struttura e dei suoi servizi.

L’iniziativa ha avuto come testimonial i volontari della Pro Loco che stanno portando avanti con enormi sacrifici le attività della biblioteca comunale. La professoressa Maria Nicolazzo ha presentato l’evento e si è soffermata sull’importanza delle biblioteche e della lettura. Le volontarie Giorgia Torchia, Michela Caruso, Valentina Caruso ed Elisa Stefanati hanno dato voce al poeta Mastroianni leggendo due prose “Tenere dolcezze” e “Il paese degli uomini sempre vivi”, mentre Giovanni Esposito, Fiorenza Talarico, Maria Esposito e Maria Vaccaro hanno organizzato il flash mob.

La conclusione dell’evento è stata affidata al professoressa Benito Paola che ha raccontato ai presenti alcuni aneddoti sul poeta che egli ha conosciuto e di cui è stato grande amico. Conversando, poi, con alunni e insegnanti sull’importanza del libro e della biblioteca, ha detto che i libri sono stati suoi compagni fidati e fedeli fin dalla sua adolescenza e che la loro compagnia e la loro lettura gli ha aperto e arricchito la mente e il cuore. Ha inoltre precisato che le biblioteche non hanno cessato di svolgere la loro funzione ora che sono arrivati altri mezzi informatici quali internet, tablet, telefonini, ed altro sono senza dubbio utili, anzi necessari, ma richiedono da parte di chi usa tutti questi nuovi mezzi tecnologici grande accortezza e capacità di analisi critica. Ha precisato che internet è sì una miniera inesauribile d’informazioni e di conoscenze, ma come tutte le cose umane va saputa usare, distinguendo il bene dal male che in essa può trovarsi e per questo motivo è necessaria una biblioteca, dei libri che possano essere di guida illuminante nella scelta delle notizie da utilizzare. Il libro, infatti, per sua natura è sempre vicino a chi cerca il sapere, è un amico discreto silenzioso che non s’impone al lettore, ma lascia il tempo di riflettere e di scegliere senza fretta e in maniera autonoma. Per queste sue caratteristiche il libro e la lettura sono strumenti necessari per allenare la mente con una “ginnastica” che, mantenendo attivo il cervello allunga la vita. Con questo augurio di lunga vita in compagnia dei libri, la professoressa Paola ha concluso il suo intervento, salutando i ragazzi e ringraziandoli per loro presenza e la loro attenzione. Ha poi salutato le volontarie che prestano la loro meritoria opera nella biblioteca, che ha tanto bisogno del loro impegno per rinascere a nuova vita. Durante l’evento è stato inoltre presentato il concorso “Un viaggio nella fantasia”, volto a promuovere la lettura e ad invitare non solo i ragazzi ma anche gli adulti a frequentare i nuovissimi locali della biblioteca.

“Le attività svolte – afferma Paolo Nicolazzo, presidente della Pro Loco e gestore Parco Culturale Letterario ‘Felice Mastroianni’ – vogliono far sì che sin dalla più tenera età ci si possa avvicinare ai libri ed alla loro valenza pedagogica. La biblioteca è sempre più un luogo dove poter consultare le fonti del sapere ed approfondire la propria cultura, certi di trovare informazioni e notizie sicure, senza incappare, come succede qualche volta, nelle famigerate fake news che girano in rete. Un invito dunque ai giovani studenti ma anche agli adulti a leggere i libri, a sognare con essi e ad accrescere il proprio sapere, perché leggere libri rende liberi”.

Print Friendly, PDF & Email

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: redazione@ilreventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Martirano, primo incontro gastro-musicale per un connubio vincente di tradizioni calabresi

Martirano – All’Otre di Eolo: cibo e musica tradizionale costituiscono un binomio vincente. “Pranzo Felice ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *