Ultime Notizie
Home » PERSONAGGI » A Rossella Galati il premio giornalistico “Umberto Rosa” di Confindustria Dispositivi Medici

A Rossella Galati il premio giornalistico “Umberto Rosa” di Confindustria Dispositivi Medici

La calabrese Rossella Galati, per la categoria “Divulgazione e cronicità” con il servizio “Il corpo nella demenza” in onda sui canali de LaC (emittente televisiva con sede centrale a Vibo Valentia e vari studi in Calabria visibile sul canale 19 del digitale terrestre) vince il premio giornalistico “Umberto Rosa” voluto da Confindustria Dispositivi Medici.

Sono state oltre 60 le candidature per le due le categorie in gara e 1.500 voti espressi da giuria e cittadini, le vincitrici della prima edizione del premio sono risultate Rossella Galati e Federica Ginesu.

A consegnare il premio nei saloni di Palazzo Brancaccio a Roma sono stati il presidente di Giuria, Michele Mirabella e il presidente di Confindustria Dispositivi Medici, Massimiliano Boggetti.

Oltre 60 i giornalisti di carta stampata, agenzie, radio e tv in gara che hanno ricevuto in totale più di 1.500 voti con un sistema misto di voto che ha messo insieme giuria e cittadini per generare un dibattito ampio e positivo su un’informazione di valore.

“Facciamo i nostri complimenti alle due giovani professioniste vincitrici di questa prima edizione, siamo orgogliosi – ha commentato Massimiliano Boggetti, presidente di Confindustria Dispositivi Medici – di aver segnato una delle tappe  della loro carriera, in un giornalismo di valore che coltiva talenti e valorizza il merito. Le imprese di Confindustria Dispositivi Medici sono impegnate ogni giorno nella ricerca e sviluppo di tecnologie per la salute che stanno rivoluzionando la medicina moderna. Un cambiamento epocale che ha diretta ripercussione nel miglioramento della vita delle persone. Riteniamo di cruciale importanza che il racconto di questa evoluzione sia nelle mani di un giornalismo di qualità, libero da condizionamenti, attento alle fonti e autore di una divulgazione precisa, affidabile e chiara per tutti. Siamo sempre più consapevoli della minaccia che l’incontrollato proliferare delle fake news rappresenta per la corretta informazione. Un problema trasversale che colpisce la politica, la scienza, la salute fino ad arrivare agli stili di vita. Con il premio vogliamo sostenere un giornalismo d’eccellenza: l’unica vera arma contro il crescente movimento anti-scienza che dilaga sul web e costruisce dialoghi su realtà distorte in quanto nega una base comune di fatti e fonti certificati, unici pilastri su cui si può costruire un dibattito onesto sui temi che riguardano la scienza e l’innovazione la tecnologica.

Infine – ha concluso Boggetti – voglio ringraziare gli autorevoli membri della giuria presieduta da Michele Mirabella e supportati costantemente dal lavoro del segretario di giuria, Luigia Invernizzi, vicepresidente Confindustria Dispositivi Medici con delega alla comunicazione. Hanno fatto un lavoro enorme per rendere possibile questa prima edizione che parte già con ottimi risultati”.

I vincitori

Rossella Galati, per la categoria “Divulgazione e cronicità”  con il servizio  “Il corpo nella demenza” trasmesso da LaC (canale 19). Premiata per aver raccontato con accuratezza e un approccio sensibile alle fragilità di pazienti e famiglie, le possibili terapie di sostegno per i malati di Alzheimer e aver nel contempo offerto informazioni di pubblica utilità, attraverso la storia e l’operato di un’associazione che lavora sul territorio calabrese. Avvocato e giornalista inizia la sua carriera nel mondo dell’informazione nel 2006, lavorando per diverse emittenti televisive regionali.  È stata corrispondente per il quotidiano Calabria Ora, per il mensile Kalabrians e dal 2008 è direttore responsabile della rivista [email protected]  Nel 2008 ha ricevuto a Bovalino il “Pericle d’oro per il giornalismo“.

Federica Ginesu, per la categoria “Salute e innovazione” con il pezzo “Alex, l’Italia è con te” sulla rivista Grazia. Premiata per aver raccontato con chiarezza e semplicità l’innovativa procedura utilizzata dal dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica del Bambino Gesù di Roma per salvare la vita al piccolo Alex, un bambino tristemente famoso per essere affetto da una rara malattia genetica immunologica offrendo su un tema diventato di grande attualità un resoconto ricco di testimonianze medico scientifiche ma anche umane. È giornalista freelance, si occupa di donne, questioni di genere e discriminazioni. Ha lavorato per tre anni come redattrice al giornale online La Donna Sarda. Attualmente collabora con il settimanale Grazia e il progetto web de Il Sole 24ore Alley Oop. È coautrice del libro (I e II) “Sardegna al Femminile. Storie di donne speciali”.

 

Confindustria Dispositivi Medici

Confindustria Dispositivi Medici è la Federazione di Confindustria che rappresenta le imprese che forniscono alle strutture sanitarie italiane, pubbliche e private, dispositivi medici. Rappresenta un tessuto imprenditoriale variegato e specializzato, dove le piccole aziende convivono con i grandi gruppi. Il comparto dei dispositivi medici complessivamente genera un mercato che vale 16,5 miliardi di euro tra export e mercato interno e conta 3.957 aziende, che occupano 76.400 dipendenti.

di: Santino Pascuzzi

Santino Pascuzzi
Santino Pascuzzi, nasce a Cosenza, ed è residente a Soveria Mannelli. Diplomato al Liceo Scientifico “Luigi Costanzo” di Decollatura, consegue nell’anno accademico 1993/94 la laurea in Scienze Economiche e Sociali, indirizzo Organizzazione Aziendale ed Amministrazione Pubblica, presso l’Università degli Studi della Calabria. Corrispondente del quotidiano Gazzetta del Sud, dal 1995, iscritto all’albo dei Giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Formativa l’esperienza radiofonica, come conduttore e programmatore del palinsesto, svolta con l’emittente Radio Soveria Uno, partecipando anche al progetto di utilità collettiva art. 23, avente per oggetto la diffusione di informazioni sull’attività dell’ente locale, attraverso la redazione delle edizioni dei notiziari radiofonici, svolto per il periodo tra gli anni 1988/1989. Ha partecipato come collaboratore ai lavori di ricerca “Istituzioni locali e Istituzioni centrali dall’Unità alla Regionalizzazione” finanziata dal C.N.R. presso il Dipartimento Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica - Università della Calabria - per il periodo 1992/1994. Ha svolto incarichi come docente nei corsi di specializzazione dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Soveria Mannelli per le materie di Marketing ed Economia Aziendale. Svolgendo, nel contempo, attività di comunicazione istituzionale ed organizzazione di eventi e convegni, ha curato la pubblicazione di articoli per riviste e periodici regionali: Calabria - mensile del Consiglio Regionale della Calabria; reportage - periodico del lametino; Internet Extra - periodico specializzato e strumento per la diffusione della cultura di Internet; Obiettivo Calabria – rivista del Sistema Camerale Calabrese; Mediaterraneo e Dintorni – pubblicazione edita dall’aeroporto di Lamezia Terme. E’ fondatore, insieme a Raffaele Cardamone e Salvatore La Rocca, occupandosi della redazione, del sito www.ilReventino.it

Verifica altro

Frank Pascuzzi ha interpretato Babbo Natale e vuole cambiare nome. Accade in Usa

Frank Pascuzzi, può darsi che i suoi avi abbiano origini proprio dalle nostre parti cioè ...

Lascia un commento