Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » 45 giorni senza radiologo e nemmeno un supereroe all’orizzonte

45 giorni senza radiologo e nemmeno un supereroe all’orizzonte

Superman volo raggi xSoveria Mannelli – Ancora una volta siamo costretti a condividere pienamente la preoccupazione espressa dal Comitato Pro Ospedale del Reventino in un recente comunicato stampa.

E’ del tutto evidente, infatti, come la mancata nomina del sostituto di un radiologo andato in pensione, dopo ben 45 giorni, sia un atto penalizzante per la struttura ospedaliera e per i cittadini che dovrebbero usufruire dei suoi servizi.

L’impressione è che i risparmi sulla sanità non vadano a colpire gli sprechi, il che sarebbe legittimo e condivisibile, bensì continuino a produrre solo ulteriori disagi per i cittadini.

Tempo fa avevamo suggerito ironicamente una trasformazione del Commissario Scura in un Superman dotato di vista a raggi X e pronto a sostituire il radiologo in pensione: un’idea folle e provocatoria che al momento, sebbene non ci siano neppure supereroi all’orizzonte, si rivela l’unica ipotesi sul tappeto per risolvere un problema che si trascina ormai da un mese e mezzo.

Di seguito, pubblichiamo dunque il comunicato stampa del Comitato Pro Ospedale del Reventino a firma del suo Presidente Antonio Maida, che mette ancora una volta in evidenza le pecche del sistema sanitario locale.

<<  Il Comitato rende noto di aver notificato a mezzo posta certificata al Commissario Straordinario dell’Asp di Catanzaro, Dott. Giuseppe Perri, le proprie rimostranze per il perdurare di una situazione di criticità riguardante il servizio di Radiologia presso il Nosocomio cittadino. Pur avendo ricevuto in merito precise rassicurazioni, si assiste alla paradossale mobilità di alcuni tecnici della Radiologia dal reparto di Soveria Mannelli verso quello di Lamezia motivata da esigenze di servizio e falcidiando ulteriormente un reparto già gravemente leso dalla mancata nomina del nuovo radiologo.

La nostra preoccupazione nasce dalla nemesi storica di altri provvedimenti “provvisori” volti a veicolare personale da Soveria altrove, che nei fatti hanno solo preannunciato dismissioni pericolose. Oltretutto, riteniamo maldestro il modus operandi che sta alla base della vicenda, ove, pare, l’ordine di servizio di mobilità sia stato emanato dal responsabile della radiologia di Lamezia Terme con “incarico ricevuto ad interim”, che con apposita delibera e cenno d’intesa, peraltro richiesto al Coordinatore dei Tecnici e non direttamente al direttore Sanitario della Struttura, quest’ultimo apprende della disposizione a cose fatte.

Quindi trattasi di una disposizione se non illegittima quanto meno dubbia e non comprendiamo perché sia stata generata con queste difformità, quando il provvedimento poteva garantirsi nella forma ordinaria.

Ribadiamo il nostro totale distacco da qualsiasi vertenza in merito alle trasferte e mobilità del personale, non siamo e non ci interessano le dinamiche sindacali, ci preme solo che il servizio, già notevolmente penalizzato dalla totale disorganizzazione e dalla mancata programmazione aziendale che ben sapeva dell’approssimarsi del pensionamento del radiologo, non ha provveduto per tempo a sostituirlo, e tale evenienza genera ulteriori disagi all’utenza.

A tal fine abbiamo intimato al Dott. Perri di volerci comunicare, senza ulteriori balzelli e date presunte, la data certa della nomina del nuovo radiologo poiché agiamo quali garanti riconosciuti  dei diritti dei cittadini che quotidianamente ci pongono una domanda a cui oramai non sappiamo rispondere, visto che, tale figura, è ormai assente dall’ospedale da circa 45 giorni.  >>

di: Raffaele Cardamone

Avatar
Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Svolto a Lorica un campus gratuito per giovani con diabete: soggiorno educativo terapeutico

Lorica – Si è svolto il Campus Education per Giovani Marmotte organizzato dall’associazione Giovani Diabetici ...

Lascia un commento